Non capita spesso che i divi di Hollywood raccontino alla stampa il loro rapporto con la dipendenza. Zac Efron, giovanissima star americana, ne sa certamente qualcosa. Afflitto da una serie di problemi con alcol e droga, è riuscito lentamente a uscire dal tunnel per merito di un lungo ricovero in rehab, una struttura che ha contribuito a fortificarlo dal punto di vista emotivo perché ciò che aveva subito in passato non potesse mai più verificarsi. Al The Hollywood Reporter che l’ha intervistato, Zac rivela di essere finalmente sceso a patti con se stesso. Le dipendenze sono alle spalle, oggi ha imparato a gestire il suo enorme successo affinché le brutture di Hollywood non rischino di trascinarlo ancora nel baratro:

Non è mai una sola cosa specifica. Voglio dire, hai vent’anni, sei single, trascorri la vita a Hollywood, tutto ti viene buttato addosso, ma non rifarei nulla. Avevo bisogno di imparare tutto quello che stavo facendo. Ma è stato un viaggio interessante, a dir poco. Quando hai successo da giovane e si accettano le cose buone si deve accettare tutto questo. Devi assaporare i momenti di gloria ma anche una grande responsabilità. E la responsabilità, in un certo senso, comporta anche essere un modello. Allo stesso tempo sono un essere umano e ho fatto un sacco di errori. Ho imparato da ognuno di essi. Non importa chi sei, devi affrontare le sfide che ti fanno crescere. Vai avanti con le tue cose, impari, è qualcosa che si deve fare. E’ impossibile condurre una vita onesta e appagante come un uomo e non fare errori ma è soprattutto umiliante quando avviene che siano così pubblici e scrutati.

E’ stato proprio questo l’aspetto più drammatico: il fatto che un sex symbol come Efron sia stato esposto alla gogna mediatica per aver affrontato dei problemi che affliggono spesso le star più giovani. Lui ne è stato una vittima ma è vero anche che è solo grazie alla forza di volontà che è riuscito a uscirne.