Zac Efron (Dimitrios Kambouris/Getty Images for Tribeca Film Festival)
in foto: Zac Efron (Dimitrios Kambouris/Getty Images for Tribeca Film Festival)

L'attore e cantante Zac Efron ha rischiato la vita a causa di un'infezione contratta mentre girava un programma televisivo in Papua Nuova Guinea. Lo scrive il Sunday Telegraph, ripreso dal Daily Mail che parla di un'infezione molto seria che lo ha colpito mentre erano in corso le riprese del documentario "Killing Zac Efron" ("Ucidendo Zac Efron"). L'attore sarebbe stato vittima di una "forma di febbre tifoide o un'infezione batterica simile" appena prima di Natale, stando al Telegraph.

Cosa è successo a Zac Efron

Efron sarebbe stato trasportato in condizioni di vita o di morte a Birsbane in Australia, dalla Nuova Guinea, accompagnato da un team di medici. Arrivato in Australia è stato ricoverato al St Andrews War Memorial Hospital in condizioni stabili. L'attore, insomma, ha rischiato grosso per girare questo documentario ed è stato costretto a passare diversi giorni in ospedale, sotto osservazione, prima di poter essere dimesso. I medici, infatti, hanno dato il via libera dopo qualche giorno, permettendogli di volare a casa per passare le feste con i suoi familiari.

La serie estrema di Zac Efron

Il Telegraph ha provato anche a sentire il medico che ha organizzato il volo di Efron dalla Papua Nuova Guinea all'Australia, e questi pur affermando di non poter parlare delle condizioni mediche di un suo paziente ha confermato di aver trasportato un cittadino americano di trent'anni a Birsbane", senza però specificare l'identità dell'uomo. Pare che Efron sia volato a inizio dicembre per cominciare le riprese della serie in cui si segue l'attore fin "nella giungla profonda, su isole pericolose, sparendo dalla circolazione per una ventina di giorni, continua il Daily Mail: "Non vedo l'ora di poter esplorare territori inaccessibili e scoprire quali avventure inaspettate mi aspettano" scrisse a novembre.