Sarebbe stato il suo 69esimo compleanno, il 21 luglio, ma purtroppo Robin Williams non è qui per poterlo festeggiare. Una mancanza importante, non solo nel mondo del cinema americano, ma anche nel cuore dei suoi cari che ogni giorno lo ricordando e quando possibile provano a celebrarlo. Ed ecco, quindi, che nel giorno in cui avrebbe dovuto spegnere quelle 69 candeline, sua figlia Zelda ha deciso di omaggiarlo in un modo speciale.

La donazione di Zelda in ricordo del padre

Il rapporto tra Zelda e suo padre è sempre stato molto forte, i due avevano un legame speciale e non è mancata occasione in cui non si mostrassero l'uno accanto all'altra. Sono ormai sei anni da quando l'attore è scomparso, era il 2014, e la giovane Zelda ha cercato di ricordarlo a suo modo, scrivendone, parlandone, pubblicando foto che li ritraessero insieme. Stavolta, però, ha deciso di fare qualcosa di diverso, di significativo, con una sua utilità. Tramite Twitter, infatti, ha ricordato il compleanno del padre facendosi promotrice di una donazione, fatta da una cifra simbolica, gli anni che avrebbe compiuto lo straordinario attore: "Oggi sarebbe stato il 69esimo compleanno di papà, quindi per onorarlo (e per onorare quel numero glorioso), donerò 69,69 dollari al maggior numero possibile di rifugi per senzatetto. Unisciti a me se vuoi, ma a prescindere sappi che ti sto augurando almeno una grassa e immatura risata per papà". 

La scomparsa di Robin Williams

La morte di Robin Williams è stato uno degli avvenimenti che ha più sconvolto l'opinione pubblica. Il celebre attore è stato trovato senza vita nella sua villa di Tiburon l'11 agosto del 2014. Tante sono state le supposizioni relative al motivo che ha portato la star di Hollywood a togliersi la vita, il più delle volte associato ad una forte depressione, che è stata poi smentita dalla moglie che ha poi rivelato la malattia da cui era affetto da lungo tempo. È stato uno dei più grandi interpreti del cinema, protagonista di capolavori che rimarranno imperituri e che hanno segnato le generazioni che lo hanno amato in ogni sua scena, ma la sofferenza per questo male lo ha portato a porre fine alla sua vita, forse troppo presto.