Si fa complicatissimo l’equivoco alla base del rapporto tra Pietro Titone e Guendalina Tavassi. E a complicarlo ulteriormente ci si mette proprio la pretesa da parte di entrambi che non si tratti affatto di un equivoco. La situazione da ieri è esplosa nelle mani dei protagonisti, e che ad oggi non si sia ancora risolta non è affatto una sorpresa, visto che le avvisaglie si sono succedute nel corso del tempo. Nei giorni precedenti, anche a distanza di settimane, avevamo già visto Pietro Titone in crisi a causa di Guendalina.

In quei casi si trattava di scherzi magari ben congegnati, o di frasi semischerzose che sortivano effetti superiori alle attese. Il tutto rientrava con un abbraccio, o con una coccola, e il bello che intercorreva tra i due aveva la meglio sull’ombra di quel bello, che ha un nome preciso: Ilaria, che in trasmissione ha già mandato un messaggio a Pietro Titone: stai esagerando. Tornando alla situazione presente, cercheremo di chiarire i punti precisi sui quali i due entrano in conflitto.

Guendalina avrebbe detto a Pietro: “delle volte mi stai sulle p…e. Ci sono dei momenti che mi accorgo che ho più bisogno di te, altri che sto bene lo stesso.”. Un altro tasto dolente è l’affermazione, sempre di Guendalina, secondo cui una volta usciti dalla casa del Grande Fratello 11, è possibile che ci si perda di vista. Il risentimento di Pietro su queste uscite è netto e non ascolta ragioni. Lui le interpreta come una svalutazione dell’amicizia di cui s’era beato finora, e rinfaccia a Guendalina di averla sempre ritenuta diversa e portata su un palmo di mano, mentre s’era sbagliato.

Guendalina, dal canto suo, sa bene cosa intendeva dire con quelle frasi, e si riferisce a due circostanze precise. Per quanto riguarda il fatto che a volte lei non sopporta lui, si riferisce ai momenti in cui Pietro si atteggia ad uomo del desiderio, momenti in cui lei passa per “quella che je va dietro”. E questo ovviamente non sta bene all’orgoglio della romana. Riguardo il secondo punto, quando Guendalina dice che non sa se fuori si frequenteranno ancora, non parla di una sua scelta, ma di una scelta che potrebbe essere imposta a Pietro da Ilaria, richiesta tralaltro più che legittima e preventivabile, nelle aspettative di Guenda.

Pietro sembra non ascoltare e preferisce recitare la parte dell’amico sincero e ferito, non si lascia più abbracciare, nonostante la romana tenti di sdrammatizzare, e costringe di fatto Guendalina ad allontanarsi. Al che Pietro continua la conversazione con Nando e Margherita, e promette che farà tre passi indietro, perché se Guenda fa certi discorsi sul presente e sul futuro, vuol dire che per lei non si tratta solo di amicizia, come per lui. Un Pitagora, insomma.

Guendalina, più tardi, proverà ancora una volta a chiarire, e va a trovarlo mentre lui è già a letto nella stanza dei ragazzi. Pietro però è fedele al suo nome, e resta immobile, freddo, e distaccato. Di fronte alle insistenze di Guenda, e al pubblico maschile creatosi, cambia linea e passa al dileggio, umiliandola con parole poco rispettose, e concludendo con un inequivocabile “levati dal ca..o”. Quando Guendalina esce sbattendo la porta, si leva un applauso da parte degli amici di Pietro, che risuona per tutta la casa. E Pietro, libero e galvanizzato, si produce in una serie di salti sul letto, felice come un bambino.

Guendalina, confidandosi con Sheila, dirà a distanza di ore che non intende cercarlo più, che non merita di essere trattata così da uno che in privato le dice delle cose, ed in pubblico le sconfessa: "Non voglio passare per la co…ona della situazione. Pietro mi ha mandata via per fare il figo con gli altri. Vuole far vedere che io gli vado dietro. Fino a quando gioca va bene ma così no!. Non può permettersi di trattarmi male. Non posso neppure parlare di me e di lui dicendo tutta la verità per non creargli casini fuori. Lui non dirà mai la verità. Lui cerca conferme in continuazione da me". Staremo a vedere come andrà, in futuro. Per il presente, possiamo guardare il video gf11 qui di seguito.