Morgan dichiara di non sapere che faccia abbia Belén Rodriguez. La showgirl è una tra le più popolari in Italia, immediatamente riconoscibile da chiunque guardi o abbia guardato un minimo di televisione. Il musicista, però, racconta addirittura di averla scambiata per una passante. Durante un’intervista concessa alla trasmissione radiofonica Non è un paese per vecchi, Marco Castoldi ha raccontato un aneddoto che coinvolge proprio la celebre soubrette

Non guardo la tv, io non so niente, non so chi sia Belén o Costantino, quando parlano di queste persone io non so che faccia abbiano. Una volta si è fermata a parlare con me ma io pensavo che fosse una passante…

Anche nel 2010 snobbò l’argentina.

Quella di Morgan appare più una presa di posizione che una testimonianza di reale ignoranza a proposito del personaggio. Già nel 2010, in riferimento alla sua esclusione da Sanremo dopo lo scandalo cocaina, a Castoldi fu chiesto di dare un giudizio sulla Rodriguez, a cui non fu impedito di partecipare al Festival pur essendo rimasta coinvolta in una vicenda analoga. A Morgan fu chiesto di commentare quella decisione arrivata da parte del sindaco di Sanremo, e anche allora, il musicista rispose dicendo di non conoscerla, pur dimostrando con le sue dichiarazioni di possedere una certa infarinatura sul personaggio

Che cosa me ne frega di Belén! La famosa esternazione che ho fatto a suo tempo era di un altro livello rispetto alla sua, anche perché ponevo un dibattito che poi ha aperto degli scenari socio-politici interessanti, essendo basati su un principio farmacologico. Ne facevo infatti un discorso di creatività e antidepressivo e non una questione di sballo. Non si sono fatti problemi ad estraniare me per le determinate cose che ho detto, ma non mi aspetto che riservino lo stesso trattamento a lei. E poi chi è la Rodriguez? Sono qui a leggere manuali di biochimica, figuriamoci se so chi è lei. E poi è bella per caso? Quali qualità ha? Il suo fenomeno mediatico nel mio universo non lo giustifico, perché lei non ne fa parte. Se c’è un fenomeno Belén sarà come quello del tronista Costantino Vitagliano: passeggero. Dobbiamo tornare alla Tv di Stato intesa come servizio pubblico. Siamo arrivati ad un livello veramente basso. Una volta c’era Walter Chiari e adesso c’è Belén. Ma dove siamo finiti?