Matteo Salvini gioca d'anticipo e, nonostante le brevi vacanze in corso, si porta avanti col lavoro per la campagna elettorale. Il leader della Lega si è recato a Ponte di Legno per il consueto comizio di Ferragosto insieme alla compagna Elisa Isoardi. La coppia ha ritrovato serenità e stabilità dopo i tumulti dello scorso luglio, quando le voci di un addio avevano assunto carattere di serietà in seguito alle pubblicazione delle foto che vedevano la conduttrice, a Ibiza, con un altro compagno. Non c'è dubbio che in quell'occasione Salvini abbia gestito benissimo la vicenda, non smentendo nulla e limitandosi a portare tutto a un livello di normalizzazione aprendosi nel parlare di debolezze e problemi uguali a quelli che riguardano tutte le coppie.

Forse è iniziata proprio da lì la scelta comunicativa del leader del Carroccio. Perché, inutile negarlo, tutto quello che fa un leader politico alla vigilia di un'importante tornata elettorale non può che essere letto in chiave propagandistica. Ecco che la relazione tra Salvini e la Isoardi assume inevitabilmente le sembianze di un binomio che, aldilà dell'amore incontestabile tra i due, può assumere un ruolo chiave nella campagna elettorale per le prossime politiche, ancora senza una data.

Nella comunicazione politica, è cosa nota, la vita privata dei candidati finisce sistematicamente per avere un ruolo fondamentale ai fini del risultato (nel richiamare le grandi intuizioni di Silvio Berlusconi o l'importanza di Michelle Obama per la rielezione di suo marito sembra quasi di peccare in ovvietà). Elisa Isoardi, sorridente con i sostenitori di Salvini a Ponte di Legno e disponibilissima in favore di obiettivo, con abiti semplici e assolutamente amalgamata alle persone presenti al comizio, può essere la carta cruciale per la futura campagna elettorale di Salvini. D'altronde la Isoardi è una conduttrice di Rai1, volto più che noto della prima rete del servizio pubblico. Va in onda, ogni mattina, per circa un'ora e questa fascia oraria le permette di mostrarsi quotidianamente ad un bacino di pubblico potenzialmente vastissimo, dalle caratteristiche anagrafiche e culturali affini all'elettorato leghista. Insomma, un elemento da maneggiare con cura ma un potenziale mix perfetto che potrebbe offrire l'assit a Salvini per sfondare in fasce elettorali capaci di ampliare il suo consenso.