Con tutti i figli che da anni vengono attribuiti a Justin Bieber, la popstar potrebbe presto pensare di comporre la sua personale squadra di calcio. Nel 2011, fu il turno delle accuse di Mariah Yeater che – a mezzo stampa, naturalmente – invitò Justin e prendersi le sue responsabilità sul bambino che la donna sosteneva di aver concepito insieme a lui. Il cantante si è battuto a lungo per far emergere la verità su questa storia e dopo mesi di battaglie – e minacce legali – riuscì a spuntarla: la Yeater ritirò le accuse contro il giovane divo che uscì pulito dall'intera vicenda. A distanza di due anni, la situazione si ripropone, identica alla volta precedente.

In quest'occasione, ad accusare Justin è una 25enne americana che attraverso le pagine dell'Indipendent invita Bieber a prendersi "le sue responsabilità" nei confronti della bambina che con lui avrebbe concepito e che oggi ha tre anni. Questa giovane mamma e Justin si sarebbero conosciuti nel febbraio del 2010 in seguito a un concerto della popstar a Miami. Dopo essersi esibito sul palco, Justin e la giovane avrebbero terminato la serata in un albergo di Gansevoort South, luogo in cui la piccola sarebbe stata concepita. Dopo quel primo incontro, tra i due ci sarebbe stato solo qualche sms. Poi il silenzio. Nell'ottobre dello stesso anno, la ragazza sarebbe diventata mamma ma avrebbe scelto di rimanere in silenzio per proteggere se stessa e sua figlia. Questo fino a oggi quando, determinata a inchiodare Justin alle sue responsabilità, la 25enne ha cambiato idea, raccontando tutto alla stampa. Una fonte ha riferito al settimanale Star Magazine che la piccola sarebbe identica a Justin quando aveva la sua età. Basterebbe questo a dissipare ogni dubbio sulla reale paternità del divo.

Mariah Yeater, la donna che per prima accusò Justin di essere il padre di suo figlio.
in foto: Mariah Yeater, la donna che per prima accusò Justin di essere il padre di suo figlio.

Bieber, appresa la notizia, ha immediatamente dato mandato al suo portavoce di parlare per lui. Queste accuse, oltre che infamanti, sarebbero completamente false e il divo non ha alcuna intenzione di lasciare che rimangano impunite. Al sito GossipCop, l'uomo ha dichiarato la totale estraneità ai fatti da parte dell'ex fidanzato di Selena Gomez. Piccato ha aggiunto che "è triste che qualcuno possa perdere tempo con queste stronzate". Justin se ne tira fuori ancora una volta, dunque. La bambina non sarebbe sua figlia ed è determinato a dimostrarlo. Sempre che la giovane decida di andare avanti e non scelga di ritirare ogni accusa come già accaduto con la Yeater. Basterà questo a chiarire se la donna ha realmente la verità in tasca o se invece la sua è solo voglia di fare notizia, sulla pelle di uno tra i divi più chiacchierati del momento.