Alberto Dandolo, il collaboratore storico di Dagospia, è stato ospite de "I Lunatici", il format della notte di Rai Radio2 condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. E proprio in diretta, il reuccio nostrano del gossip ha lanciato una bomba delle sue: "Elisa Isoardi e Matteo Salvini stanno ancora insieme". 

Le parole di Alberto Dandolo

Alberto Dandolo ha spiegato che Elisa Isoardi è stata costretta a cambiare parrucchiere perché quello precedente avrebbe spifferato ad alcuni giornalisti che "lei è ancora fidanzata con Matteo Salvini". A queste dichiarazioni, quelli de "I Lunatici" hanno strabuzzato occhi e orecchie nonostante l'ora tarda:

I due non si sono mai lasciati, hanno avuto un momento di separazione momentanea, una piccola crisi, mai una rottura. Loro staranno così per un altro po' e poi convoleranno a giuste nozze, in montagna, in uno scenario nordico, nel paesino di Elisa. Festeggeranno il loro sì tra un paio d'anni. Viva Elisa, viva Matteo.

La storia di Matteo Salvini e Elisa Isoardi

Tutto è successo lo scorso 5 novembre, quando Elisa Isoardi pubblica con le prime ore del mattino un selfie di quelli che i più avvezzi chiamano "after-sex". Lei e Matteo Salvini distesi sul letto, poi un messaggio: “Non è quello che ci siamo dati a mancarmi, ma quello che avremmo dovuto darci ancora. Con immenso rispetto dell'amore vero che c'è stato. Grazie Matteo”. La frase di Gio Evan, diventato improvvisamente il poeta d'Italia, sommerso e diviso tra applausi e critiche, poi il commento di Matteo Salvini: "Ho amato e perdonato, ma qualcuno aveva altre priorità". Da allora, i due si sarebbero ufficialmente separati.

La cena di gala a fine novembre

Eppure, Matteo Salvini e Elisa Isoardi si sono rivisti in occasione della cena di gala organizzata per l’Associazione della logistica Alis, poche settimane dopo il terremoto mediatico che ha sconvolto l'Italia del gossip. Lei era madrina della serata ed ha accolto e accompagnato il vice premier che si è seduto in quella occasione al suo stesso tavolo, alimentando sospetti.