Oggi venerdì 12 ottobre, è andata in onda la seconda parte dello speciale di Uomini e Donne dedicato a Temptation Island Vip 2018. Al centro della puntata, la "resa dei conti" tra Andrea Zenga e Alessandra Sgolastra. L'argomento dei loro scontri, ovviamente, è il rapporto nato a Temptation tra lei e il single Andrea Cerioli. Al falò di confronto, Zenga aveva deciso di chiudere la loro relazione, ma al momento Alessandra sta sentendo sia lui che Cerioli e sostiene di non avere ancora le idee chiare. Simona Ventura l'ha spinta a prendersi le sue responsabilità e ad ammettere di provare qualcosa per il tentatore amatissimo dal pubblico femminile. Lei si è scusata per alcune dichiarazioni offensive nei confronti di Zenga ma, riguardo ai suoi sentimenti per Cerioli, non riesce ad andare oltre il concetto di "complicità":

A dire quelle cose contro di te ho sbagliato e mi dispiace, è stato uno sfogo. In Andrea Cerioli ho incontrato una persona dolce. Ho sempre ammesso che tra noi due c'era complicità, forse nel falò di confronto non sono stata capace di spiegarmi bene perché sono andata nel panico, ho 22 anni. Ho trovato una persona che mi ha capita, che mi ha fatto capire tante cose. Avevo bisogno di un abbraccio.

Alessandra mette in discussione i sentimenti per Zenga

"Anche io allora potevo buttarmi tra le corteggiatrici, perché avevo bisogno di un abbraccio. Non si fa, sei fidanzata", ha protestato Andra Zenga. Gli opinionisti Tina Cipollari e Gianni Sperti sono convinti che quello che è nato tra Cerioli e la Sgolastra sia addirittura un amore, mentre Maria De Filippi ha invitato Alessandra a riflettere, prima di buttare via una storia di due anni e mezzo. Lei ha ammesso che vuole prendersi del tempo per decidere (video):

Se sono innamorata di Zenga? Io sto mettendo in discussione questo, perché sento che ci sono mancanze da parte sua. So che Andrea è fatto così, devo decidere se stare con lui e accontentarmi. Io mi voglio prendere del tempo, indipendente dalla scelta che farà lui. Sto continuando a sentire Andrea (Cerioli) fuori. Ci siamo conosciuti nel momento "giusto", in cui stavo male. Ci ho parlato 20 giorni lì dentro, sarebbe da pazzi non sentirlo ancora.

Cerioli, il bacio mai dato e la mano morta

Lo stesso Cerioli ha partecipato alla discussione, ammettendo l'attrazione per Alessandra: "Io un bacio gliel'avrei voluto dare. Lei però non me l'ha dato. L'unica cosa che mi ha dato fastidio è quello che lei ha detto al falò. Io non mi ricordavo neanche di quella carezza, ma di certo nessuno mi ha detto "levati, o spostati"". Il riferimento è alla tanto chiacchierata palpatina al lato B rivolta alla Sgolastra quando i due erano convinti di non essere filmati. Al falò di confronto, Alessandra sostenne di aver rimproverato Cerioli per il gesto, ma le cose sarebbero andate diversamente. Riguardo a quella "mano morta", infatti, oggi la ragazza ha fatto marcia indietro e ha raccontato tutt'altra storia: "Non me ne sono neanche accorta, sono rimasta immobile. Andrea (a Zenga, ndr), non mi far passare per quella che non sono". Inutile dire che Zenga non ha reagito molto bene.