Tanti ringraziamenti, ma soprattutto tanti dettagli, quelli che Alessia Marcuzzi ha inserito nel suo lungo post, parte prima, dedicato al racconto delle nozze segrete celebrate con Paolo Calabresi Marconi a sorpresa, nella campagna londinese, precisamente a Cotswold, dove una piccola cappella è divenuta il luogo di unione definitiva della coppia. Il racconto, a differenza di molte colleghe che hanno affidato ai programmi televisivi la responsabilità di sintetizzare le nozze, è stato fatto in forma privata, sul blog seguitissimo LaPinellache la Marcuzzi gestisce personalmente da anni. Molte foto della splendida e magica due giorni passata con pochi parenti e un numero ristrettissimo di amici fidati, da una parte e dall'altra: 5 testimoni a testa.

Prima di tutto Alessia Marcuzzi spiega il perché di quel luogo preciso, la scelta di sposarsi all'estero e non nella sua amata Roma, come qualcuno si sarebbe aspettato: "Il primo weekend d’amore mio e di Paolo è stato proprio a Londra e così abbiamo deciso di tornare lì per celebrare le nostre nozze. Siamo andati a fare un giro nella campagna inglese e dopo varie ricerche, abbiamo trovato una Chiesa cattolica molto vicina alla tenuta dove abbiamo soggiornato tutti per due giorni… un posto incantevole che non dimenticherò mai!". Un segreto Alessia lo svela, facendo tirare in un certo senso un sospiro di sollievo a quegli esperti di gossip che da giorni si torturavano chiedendosi come fosse possibile essere rimasti all'oscuro delle nozze di una delle conduttrici più popolari d'Italia:

 La verità care pinelle e pinelli, è che io e Paolo abbiamo deciso di sposarci due mesi fa… e abbiamo fatto tutto di corsa!!!

Naturalmente l'organizzazione, i particolari estetici, la cura dei dettagli, sono stati part essenziale del racconto. Da una fashion blogger non ci si poteva, ad esempio, non attendere una specifica narrazione degli abiti indossati, da lei come dagli invitati. Dress code speciale per le damigelle e le invitate donne, ovvero quello di rispettare i colori del bosco come varianti cromatiche. Classico invece l'abbigliamento degli uomini. Quanto all'abito di Alessia, bellissimo e a suo modo trasgressivo, è lei stessa a svelare il nome dello stilista: "Giambattista Valli: un caro amico mio e di Paolo da tanto tempo. Da anni vive Parigi e, come tutti sapete, è famoso in tutto il mondo per i suoi meravigliosi abiti di alta moda. Grazie Giamba… E’ l’abito più bello e rock che io potessi mai desiderare, e non finirò mai di ringraziarti per quello che hai fatto in così poco tempo per me". 

Come dimenticare i figli, la piccola Mia e il più grande Tommaso, che la Marcuzzi definisce entrambi tenerissimi, la piccola sempre al centro dell'attenzione, Tommaso anche emozionato: "I miei figli erano tenerissimi: Mia era convinta che il matrimonio fosse il suo…. e ci ha fatto morire dal ridere, mentre Tommaso era il più emozionato di tutti!!! Dopo il pranzo nuziale la festa è proseguita fino a tarda notte… ma di questo vi parlerò nel prossimo post venerdì!". Proprio quest'ultima parte del messaggio fa capire che nei prossimi giorni arriveranno altri particolari delle nozze del 1 dicembre. L'ultimo ringraziamento per queste nozze da favola, Alessia non poteva che dedicarlo a suo marito:

Ringrazio mio marito Paolo, l’unico che ha fatto capitolare una ragazzaccia un po’ anticonformista come me, trasformandomi in una romanticona senza precedenti!!!