Nel corso del trono classico di ‘Uomini e Donne‘, la corteggiatrice Natalia Paragoni ha catturato l'interesse sia di Ivan Gonzalez che di Andrea Zelletta. Nel corso della scelta del tronista spagnolo, Zelletta si è recato alla villa per chiedere a Natalia di tornare a corteggiarlo e Ivan l'ha lasciata andare. A ‘Uomini e Donne Magazine', il tronista ha spiegato che si aspettava che le altre corteggiatrici non apprezzassero il suo gesto:

"Mi aspettavo di sentir volare delle parole forti. Da un lato mi fa piacere che tutto questo abbia scatenato delle reazioni perché mi dà una misura di quanto le ragazze ci tengano a me e si stiano mettendo in gioco in questo percorso. Dal canto mio, non credo di dovermi giustificare per essere andato a cercarla".

Natalia non è l'unica a far battere il cuore ad Andrea

Andrea Zelletta, tuttavia, ha precisato che la posizione di Natalia non è più quella dei primi tempi. Ora che Ivan Gonzalez ha lasciato il programma, la Paragoni non incarna più la corteggiatrice contesa. A suo dire, dovrebbe mettere da parte l'atteggiamento da primadonna:

"Ho voluto farle capire che le cose stanno cambiando. Finché era l’unica in studio e non avevo ancora avuto occasione di portare avanti altre conoscenze, è ovvio che fossi concentrato su di lei. A oggi, però, dopo aver passato due settimane senza vederci e avendo incontrato altre persone, le carte in tavola si sono mischiate. Ivan non c’è e lei non è più la corteggiatrice contesa. Il suo atteggiamento da primadonna da un lato mi piace, ma dall'altro no. Lei pensa che non nutra un reale interesse verso le altre, ma non è così".

Le corteggiatrici che lo hanno convinto di più

Infine, ha passato in rassegna le sue corteggiatrici e ha indicato cosa lo ha colpito di ciascuna di loro. Ovviamente ha rimarcato anche la grande complicità con Natalia: "Ho davanti tre persone molto diverse tra loro, che fanno uscire lati differenti del mio carattere. Sono attratto esteticamente da tutte e tre, nessuna di loro mi dà certezze e questa cosa mi piace. Klaudia fa uscire il mio lato più premuroso e ironico; Muriel mi tiene sulle spine e riesce a catturare la mia attenzione. Poi c’è Natalia: con lei parliamo poco ma i nostri sguardi dicono tanto. Tra di noi c’è una forte alchimia e complicità. In questo momento ho una piccola preferenza".