Negli ultimi giorni ha fatto discutere moltissimo un episodio che ha visto al centro la giovanissima Anna Lou Castoldi, la figlia adolescente di Asia Argento e Morgan. La ragazza si è resa protagonista di un atto vandalico consumato all'interno di un bus dell'Atac di Roma, imbrattando uno dei sedili. Per giunta, l'episodio è stato reso noto dalla stessa Anna Lou con un post Instagram, che è stata bersaglio di un fiume di critiche. La 17enne, ora, è intervenuta personalmente sull'argomento, scusandosi con un lungo post su IG Stories ma al contempo respingendo gli attacchi più gratuiti.

È vero. Ho fatto una cosa di cui non mi vanto, un errore, lo capisco. Ora lo vedo, ho sbagliato e chiedo scusa. Non però in modo formale, conformista, come chi lo "deve" fare, ma chiederò scusa in modo sincero, col cuore e con la testa, alle persone che ho offeso, non a chi non ha nulla a che fare con quello che è successo e che parla solo per offendermi ma non c'entra nulla, non sa nulla di me, non è minimamente toccato da questo fatto, non sa nulla di mio padre e mia madre, di cosa possa significare essere figlia loro, se un privilegio o una condanna, certo non una colpa, ma soprattutto (e questo vale per tutti) non sa cosa significa avere 17 anni oggi, in questo mondo privo di tenerezza, di esempi, violento e disumano.

Chiedo scusa ai miei, ho dato un'altra occasione di criticarli

"Gli errori li commettiamo tutti – continua Anna Lou – Gli adolescenti, poi, sono una miniera di sbagli, perché fanno esperienza, e ogni sbaglio serve sempre per insegnarci qualcosa. Non venitemi a dire però che quello che ho fatto è una cosa strana per una ragazza della mia età". La nipote di Dario Argento sostiene di aver commesso un errore tipico della sua giovane età, ma chiede perdono alle persone coinvolte e ai genitori Morgan e Asia Argento.

Non è altro che una ragazzata, ma ciò non mi giustifica, e per questo chiedo personalmente scusa: 1. Alle persone che dovranno pulire; 2. Alle persone che si sono sporcate magari anche l'unica giacca che hanno; 3. A chi lavora lì e ha visto violato il suo ambiente di lavoro; 4. A tutti i contribuenti, perché i lavoro straordinario di chi dovrà pulire sarà accollato e distribuito a tutti i cittadini sotto forma di tasse; 5. Alle persone che hanno subito il disservizio causato dalla momentanea mancanza di un mezzo pubblico, fermo per manutenzione. 6. Ai miei genitori per aver dato un'altra occasione di criticarli. Se potete accettate le mie più sincere scuse, Annalou

La Castoldi si sente insomma colpevole di avere esposto mamma e papà in un momento particolarmente delicato, con la madre Asia Argento criticata per la questione #MeToo e addirittura accusata di aver causato il suicidio del compagno Anthony Bourdain.

Chi è Anna Lou Castoldi

Anna Lou è l'unica figlia nata dalla lunga relazione tra Morgan, nome d'arte di Marco Castoldi, e Asia Argento, durata dal 2000 al 2007. La ragazza è nata il 20 giugno 2001 a Lugano ed è stata chiamata così in onore di Anna, l'amata sorellastra di Asia (figlia di Daria Nicolodi e Mario Ceroli), scomparsa in un incidente stradale nel 1994. Anna Lou ha due fratellastri: Nicola Giovanni, figlio della madre e di Michele Civetta, e Lara, nata dalla relazione tra Morgan e Jessica Mazzoli. Attiva sui social, la diciassettenne si definisce "dark ma sensibile" e non ama mettere in risalto il suo status di "figlia di". È comunque apparsa in un piccolo ruolo nel film "Incompresa", diretto dalla madre.