Intervistata dal settimanale Spy, l’ex Miss Italia 1993 Arianna David torna a parlare dell’ex fidanzato violento. La soubrette ha più volte denunciato pubblicamente di essere stata aggredita e picchiata più volte da quell’uomo di circa 10 anni più giovane. Barista romano, pare fosse geloso della professione svolta dalla David e che anche per questo fosse solito picchiarla. Finito ai domiciliari nel 2015, avrebbe costretto l’ex compagna a vivere anni di terrore. Oggi Arianna racconta:

Sono finita in un vortice psicologico di terrore, poi è passato alle mani: mi picchiava anche per strada, dove nessuno è mai intervenuto per difendermi. È arrivato a sequestrarmi in casa e ha tentato di investirmi.

Le violenze subite da Arianna David

La David aveva sporto denuncia contro quell’uomo poi ritenuto colpevole e finito ai domiciliari nel 2015. A spingerla a rivolgersi alla forze dell’ordine proprio quel tentativo di investirla, una minaccia concreta per la sua incolumità. “Ti sciolgo nell’acido” l’avrebbe minacciata più volte quell’uomo diventato l’incubo vivente dell’ex Miss Italia. Botte, pedinamenti, insulti e controllo: queste le armi usate per incuterle timore. Nella sua denuncia, la David aveva documentato le botte subite con referti medici e foto dei momenti immediatamente successivi alle aggressioni.

Arianna David aveva chiesto silenzio

Subito dopo l’arresto, la David aveva commentato addolorata l’accaduto via Facebook, chiedendo di essere lasciata in pace: “Sono molto dispiaciuta di essermi trovata stamani su tutte le testate giornalistiche per un fatto così delicato e personale. Sono fatti privati e come donna ho avuto la forza di denunciare. A tutti i giornalisti che ora ci sguazzeranno scrivendo cose inesatte chiedo un personale favore di non cercarmi perché io non rilascerò interviste su una vicenda così brutta e triste. Rispettate lo stato d’animo di una donna che ha subito maltrattamenti. Vi ringrazio”.