Dopo avere svelato l’albero genealogico dell’inesistente famiglia Coppi/Caltagirone, Fanpage.it anticipa quanto ha appreso in merito al coinvolgimento indiretto di Barbara D’Urso nella vicenda in questione. Precisiamo che la conduttrice è sempre stata all’oscuro di ogni aspetto di questa incredibile storia. A sua insaputa, le sarebbe stato attribuito un falso profilo Facebook volto a interagire con quelli, anch’essi finti, dell’inesistente famiglia Coppi. Parte di quanto raccontiamo adesso sarà contenuto all’interno delle dichiarazioni rilasciate da Eliana Michelazzo a Live – Non è la D’Urso nella puntata del 22 maggio.

Com’è stata coinvolta la D’Urso senza mai saperlo

Se avete letto la ricostruzione dell’albero genealogico della famiglia Coppi/Caltagirone, saprete già che sarebbe esistito il profilo Facebook del fantomatico Danny Coppi. Ci raccontano si dicesse che l’uomo in questione – che non esiste, lo ricordiamo – aveva vissuto una relazione proprio con la conduttrice, al punto da avere ottenuto da lei numerosi messaggi e foto private. Ci risulta, inoltre, che l’ex duo formato da Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo raccontasse che Barbara era molto legata al figlio di Danny. Il ragazzino, orfano della madre morta suicida (ma nemmeno questi due soggetti esistono), sarebbe stato profondamente vicino alla D’Urso, al punto da rivedere in lei una fondamentale figura materna.

I finti rapporti con la conduttrice

Ci raccontano, infine, che proprio in virtù del legame con Danny e suo figlio, Barbara fosse diventata molto amica di Eliana, quasi una parente acquisita della Michelazzo, moglie dell’inesistente Simone Coppi, fratello dell’altrettanto inesistente Danny. Proprio alla D’Urso sarebbe stato attribuito un falso profilo Facebook, rispondente al nome di “Carmelita Na”, o qualcosa del genere, che aveva il compito di interagire con quelli dei finti Coppi/Caltagirone e accreditare le storie di questi personaggi inesistenti. Quel profilo sarebbe stato eliminato da Facebook già diversi anni fa. Va ricordato ancora una volta che si tratta di racconti di fantasia. La D’Urso non è mai entrata in contatto, dal vivo o sui social, con i personaggi in questione. Semplicemente, qualcuno si sarebbe servito del prestigio abbinato al suo nome per attribuirle una falsa storia d’amore, un finto profilo e un altrettanto finto legame con un ragazzino, anch’egli – indovinate? – mai esistito.