Cecilia Rodriguez potrebbe non essere completamente a favore del riavvicinamento tra la sorella Belén e l’ex marito Stefano De Martino. Intervistata da Nuovo Tv, la modella argentina fa sapere di non pensare bene, almeno in generale, dei ritorni di fiamma. “Per me il ritorno di fiamma non esiste” dice “È come quando si rompe un bicchiere, puoi provare a rimettere insieme i pezzi ma non sarà mai come prima. Però mai dire mai”. Lo sa bene Cecilia, che lo scorso anno ha chiuso senza possibilità di appello la relazione con Francesco Monte. Si era innamorata di Ignazio Moser e, con profondo dolore, ha dovuto prendere atto del fatto che i cocci di quella vecchia storia, per la quale erano stato scomodati progetti come matrimonio e figli, non sarebbero mai tornati a comporre il vaso originale.

Vicino al padre di Santiago

La costante, nel caso di questo ritorno di fiamma non ancora confermato, è una: Santiago, figlio e nipote adorato. Se è il bambino a rappresentare il punto centrale dell’intera vicenda, cambiano pensieri e consapevolezze. “Comunque se Belen è felice io lo sono per lei. E poi Stefano è il papà di Santiago. Nel caso la famiglia potesse riunirsi sarei contenta” aggiunge la compagna di Moser, alla luce di quel sentimento di tenerezza che il piccolo di casa le ispira e che la spinge perfino a passare sopra il timore che le cose, ancora una volta, possano non funzionare.

Belén e Stefano, l’incognita del futuro

Fumantini, passionali, difficilmente circoscrivibili all’interno di una realtà sentimentale che presupponga limiti precisi, Belén e Stefano rischiano grosso. Rischiano, come accade a tante coppie, di tornare insieme per poi rendersi conto solo in seguito di avere inseguito il riflesso di una realtà che ha smesso di esistere. Rischiano, soprattutto, di confondere le idee a quel figlio di quasi 6 anni che ha già affrontato, e metabolizzato forse, il fatto di vedere mamma e papà lontani, sentimentalmente coinvolti da altre relazioni. È forse questo il timore maggiore espresso da Cecilia: “Basta che non facciano scelte avventate…Se vogliono tornare insieme perché hanno bisogno l’uno dell’altra e lo fanno anche per il bene del loro figlioletto io non posso far altro che appoggiarli”.