Non è stata un'estate da incorniciare per la conduttrice televisiva, classe 1980, Caterina Balivo che è stata vittima di un incidente come ha confessato sulle pagine del settimanale "Tv Sorrisi e Canzoni". La Balivo, come saprete, è stata alla guida di "Unomattina Estate", "Casa Raiuno", "L'anno che verrà", "Festa italiana", "Stasera mi butto", "Napoli prima e dopo", "Miss Italia nel mondo", "I sogni son desideri", "Pomeriggio sul 2" e "Detto Fatto". Insomma la Rai ha sempre creduto in lei, nella sua spontaneità, nel suo talento, nel suo rapporto con il pubblico della tv di stato. Una carriera tutta in salita che, ad ogni modo, le ha permesso quest'estate di stare accanto a suo figlio, Guido Alberto Brera, nato il 29 Maggio 2012, frutto dell'amore con il manager finanziario romano Guido Maria Brera. Ora, però, stando alle dichiarazioni rilasciate a "Tv Sorrisi e Canzoni", la conduttrice ha dovuto fare i conti con uno spiacevole episodio:

Un mese fa sono caduta sull'asfalto bollente con mio figlio in braccio. Per proteggere lui sono caduta sulle ginocchia: ho sentito un dolore allucinante che, assieme alla paura che il piccolo si fosse fatto male, mi ha fatto piangere come una bambina.

Tragedia sfiorata per Caterina Balivo: ecco cosa è successo

Fortunatamente non è successo niente di grave né per lei né per il piccolo Alberto Brera a cui la madre è, inevitabilmente, legatissima. "Io avevo le ginocchia sbucciate, lui neppure un graffio!" ha precisato Caterina Balivo che, dunque, è riuscito a cavarsela. Un'estate 2014 costellata anche da qualche brutto ricordo, come ha confessato a "Tv Sorrisi e Canzoni":

Da tifosa della Nazionale, spero che non accada mai più di fare brutta figura. E poi ricorderò il maltempo: a Milano, vista la pioggia e il freddo sono stata costretta a ritirare fuori il trench dall'armadio.

E' andata in vacanza a Stoccolma, lontana dai riflettori, da quei luoghi "celebri" dove si radunano le star nostrane. Nel frattempo si è dedicata al suo sport preferito, la canoa, e ha preparato anche molti dolci. Ma ci sarà qualcosa che la Balivo non sopporta del caldo torrido? Ebbene, sì: "Le zanzare le combatto da sempre. Sono la loro vittima preferita, riescono ad attaccarmi a tutte le ore del giorno e della notte, d'estate ma anche d'inverno!".