Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez sono ospiti di "Mattino Cinque", il contenitore del mattino di Canale 5 condotto da Francesco Vecchi e Federica Panicucci. Nello spazio relativo al gossip, sono loro la portata principale della giornata. Si parla di nozze, di paternità e maternità. Per adesso loro sono un cantiere aperto.

Le parole di Cecilia Rodriguez sul matrimonio e la paternità

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser hanno preso casa a Milano. È lì che vivono da un anno dopo il Grande Fratello Vip e sono ormai una coppia affiatata. Non parlano esplicitamente di matrimonio, ma fanno capire a Federica Panicucci che nel futuro c'è l'idea.

Quello che ho visto di lui nella casa lo vivo tutti i giorni, quindi non era così diverso rispetto a quello che ho visto. Lo abbiamo pensato, abbiamo avuto paura che non funzionavamo fuori. Magari era la situazione, e invece stavamo bene. Lì dentro lo preferivo, perché da sorvegliato io lo potevo controllare. Ci vogliamo sposare, ma in un momento molto lontano. Non quest'anno, sicuramente. Diventare mamma? Voglio aspettare, mi sono presa un ragazzo più giovane quindi mi sembra giusto che lui si godi la sua vita senza affrettare i tempi.

Le parole di Ignazio Moser

Ignazio Moser parla di quello che è stato il rapporto dentro la casa del Grande Fratello e la differenza con il vivere la storia fuori dai riflettori.

Lì dentro sei spiato ed è diverso. Però in positivo è diverso, viviamo insieme da quasi un anno. Gelosia? Non mi faccio nessun problema. Se vedo una bella ragazza, gliela mostro. L'anello? Glielo darò quando farò la proposta. È un cantiere aperto il nostro amore.

Cecilia Rodriguez non deve chiedere scusa a Francesco Monte

Cecilia Rodriguez ritorna a parlare anche di Francesco Monte. In realtà, è Federica Panicucci che prova a spillargli qualche dichiarazione parlando del nuovo Grande Fratello Vip, provando anche a farle parlare della possibile relazione che Francesco Monte sta per avere con Giulia Salemi. Lei rivela di non guardare il GfVip e non guardare la televisione in generale.

È finita una storia in un contesto sbagliatissimo, ma è passato un anno e il fatto che io debba spiegare alla gente o chiedere ancora scusa, non mi sembra normale.