Riflettori puntati su Alessandro Leon Bova, il figlio di Raoul Bova e della ex moglie Chiara Giordano. È il primogenito dell'attore, nato il 29 gennaio 2000, ed è il fratello di Francesco, nato nel 2001 sempre dal matrimonio tra l'attore di "Ultimo" e la veterinaria. Si accende l'interesse sul primogenito di Raoul Bova, così diverso da suo padre. Non è interessato al mondo dello spettacolo, anzi fa tutt'altro. Appassionato di grafica, arte, pittura e disegno, negli scorsi mesi proprio Raoul Bova e Chiara Giordano hanno presenziato a una sua mostra personale, la prima della sua nascente carriera.

Alessandro non vuole fare il raccomandato

Come ha dichiarato lo stesso Raoul Bova, Alessandro Bova, 19 anni, non vuole entrare nel mondo dello spettacolo e non vuole "fare il raccomando". Proprio Raoul Bova, in una recente intervista, ha dichiarato che i suoi figli non volevano nemmeno sapere che mestiere facesse il padre: “Non vogliono fare i raccomandati. Fino a qualche tempo fa non volevano nemmeno che si sapesse chi era il papà. I miei figli non sanno cosa faranno da grandi. Gli ho spiegato che, anche se vivono in una condizione agiata, un giorno la madre e io non ci saremo più. Dovranno pur fare qualcosa per guadagnarsi da vivere”. Manifestare la sua gioia e la sua passione per l'arte e per la pittura, questo è il sogno di Alessandro, un sogno condiviso da mamma Chiara Giordano e papà Raoul Bova che su Instagram hanno condiviso le sue foto della sua mostra: "Tutti insieme alla mostra del nostro artista del cuore. Oggi con le tue opere, dipinti, sculture e pensieri ci hai emozionato!”.

Un ragazzo che non ama la popolarità

Come mostra chiaramente il suo profilo Instagram, Alessandro Leon Bova non è un ragazzo che ama particolarmente essere popolare. Il suo profilo, infatti, non è aggiornato così spesso e i follower sono poco più che cinquemila. Spesso il profilo viene reso privato, probabilmente ne ha un altro di riserva, non a suo nome. Ad ogni modo, non è un ragazzo come gli altri, non come quelli del suo tempo, così ossessionati dalla vita dei social.