Pamela Prati ha trasformato la sua già leggendaria uscita di scena dal Grande Fratello Vip in qualcosa di ancora più epico, e lo ha fatto grazie all'aiuto di Cristiano Malgioglio alla produzione artistica. "Chiamatemi un taxi", quell'urlo piccato, quella richiesta stizzita al momento di abbandonare il programma uscendo dalla porta rossa della casa, diventa una canzone-tormentone che l'ex diva del Bagaglino sta utilizzando nel corso delle sue serate in discoteca. Tra i ‘tunz tunz' delle audiosequenze e i ballerini alle spalle, l'effetto trash è assicurato e la folla va in delirio. Abbiamo isolato parte del semplice testo utilizzato:

Chiamatemi un taxi, ok? Chiamatemi un taxi e non potete riprendermi, Francesca!

Le esatte parole pronunciate in quel momento concitato, compreso il suo chiamare Francesca, una probabile assistente di studio, che è già un pezzo della storia trash recente della televisione sono state campionate e utilizzate per un pezzo tutto da ballare in disco.

La squalifica-tormentone di Pamela Prati

La squalifica per aver infranto il regolamento del GfVip è diventata un vero e proprio tormentone. Sono già indimenticabili Ilary Blasi e Alfonso Signorini, spazientiti, che hanno concesso alla Prati di lasciare il programma senza che venisse immortalata. Un disastro mediatico, una squalifica ritenuta necessaria dalle ripetute infrazioni al regolamento da parte della diva che ha sempre mostrato una certa insofferenza con il programma e con i suoi inquilini.