Il gossip della settimana è la fine del matrimonio tra Francesco Sarcina e Clizia Incorvaia, con annesso tradimento e triangolo amoroso. Il cantante delle Vibrazioni ha raccontato che la ex moglie gli sarebbe stata infedele e avrebbe avuto una relazione con il migliore amico di lui nonché suo testimone di nozze: nientemeno che Riccardo Scamarcio. Sembra però che la versione di Clizia sia differente: la fashion blogger ha rotto il silenzio, annunciando anche denunce contro gli hater che l'hanno insultata.

L'intervista di Sarcina

La Incorvaia ha pubblicato su Instagram Stories un estratto dell'intervista che Sarcina ha rilasciato al Corriere della Sera: "Quando mia moglie mi ha confessato di avermi tradito con Scamarcio, mi ha devastato. Riccardo è stato il mio testimone di nozze, un amico, un fratello. Mi sono sentito pugnalato ovunque". La storia con l'attore ex di Valeria Golino sarebbe di un episodio isolato e risalente a diversi mesi fa, confessato all'artista dalla stessa Clizia. Una notizia comunque devastante per Francesco, tanto che il loro rapporto, inizialmente riallacciato dopo un momento di crisi, sarebbe definitivamente chiuso. Solitamente molto discreto sulla sua vita privata, Sarcina ha deciso di parlare pubblicamente dopo che la notizia del coinvolgimento di Scamarcio si era diffusa a macchia d'olio.

La replica di Clizia Incorvaia

Mentre l'attore di "Romanzo criminale", poco attivo sui social, non ha ancora replicato, ben più adirata è stata la reazione della Incorvaia, che in una Story ha commentato così le parole dell'ex marito: "Replicherò a breve. E saprete la mia verità, non cose inventate prive di fondamento". Dunque, le cose non sono andate esattamente come ha spiegato Sarcina? Come al solito in questi casi, il gossip rischia di danneggiare non solo i personaggi in questione, ma soprattutto gli innocenti coinvolti loro malgrado, dal momento che i due hanno  una figlia di nome Nina (e Francesco è anche papà di Tobia, nato da una precedente relazione).

Denunce contro i profili fake che insultano

Questioni sentimentali a parte, il fenomeno più preoccupante che sta prendendo vita intorno alla questione Sarcina/Incorvaia/Scamarcio è il solito effetto degli attacchi social. "Basta commenti da profili fake, sarete segnalati alla polizia postale. Ho già provveduto", è la risposta di Clizia. Non è infatti una novità che la maggioranza delle offese più feroci nei confronti dei personaggi pubblici provengano da account finti, creati appositamente per insultare. La blogger ha infine pubblicato un messaggio privato inviatole da parte di un utente che, al contrario, la sostiene e crede alla sua fedeltà. "Giustizia sarà fatta", è la promessa della Incorvaia.