Poche ore fa, è uscita la notizia del settimanale Oggi, secondo la quale Clizia Incorvaia, sposata da Francesco Sarcina il 5 giugno 2015, l'avrebbe tradito con Riccardo Scamarcio, che non è solo un amico del leader de Le Vibrazioni, bensì è stato anche il testimone di nozze di entrambi. "Quando mia moglie mi ha confessato di avermi tradito con Scamarcio, mi ha devastato. Riccardo è stato il mio testimone di nozze, un amico, un fratello. Mi sono sentito pugnalato ovunque" ecco come Sarcina ha commentato, su Il Corriere della Sera, il gossip che ha serpeggiato sui social, mettendo fine ai condizionali e stabilendo con chiarezza come sono avvenuti i fatti, dandone disarmante conferma.

La confessione nei mesi della crisi

Stando a quanto riportato dal cantante, sarebbe stata proprio la moglie Clizia a confessargli il tradimento: "Speravo rimanesse privato. Odio chi parla dei cavoli propri, però la notizia è uscita e ha destabilizzato tanti che mi vogliono bene, perciò mi sento di dover chiarire, ora e poi mai più. L’episodio con Riccardo risale a mesi fa, è isolato ed è stata lei a confessarmelo. Fine. Clizia resta la donna che mi ha dato una figlia meravigliosa e che ho profondamente amato, la donna che ho deciso di sposare con una cerimonia all’americana da pazzi, perché il mio era un amore pazzesco".

L'amore per i figli Nina e Tobia

"Vabbè, le sofferenze sono materiale buono per scrivere canzoni", a un certo punto prova a consolarsi con una fugace forma di ironia, ma Sarcina sembra sapere bene che questa cosa in qualche modo ha cambiato il loro rapporto. Alla domanda se la Incorvaia e Scamarcio attualmente stanno insieme, il cantante ha risposto: "Non che io sappia. Hanno avuto il loro momento, poi che ne so. A me interessa solo pensare ai figli: a Nina, e al primo, Tobia, che ha 12 anni. Voglio dedicarmi a loro e al lavoro. Mi sono sempre fatto un mazzo così per lavorare in situazioni difficili: per dieci anni, da figlio unico, sono stato vicino a mio padre paralizzato per un ictus. Non mi farò abbattere adesso".

I tentativi per salvare il matrimonio

Ma quando sarebbe avvenuto questo tradimento se, negli ultimi mesi, si stava parlando di un forte riavvicinamento tra loro? "Una o due settimane dopo la crisi di novembre. Però, lei me l’ha confessato a Pasqua. Nel mezzo, avevo provato a ricucire. Per me, ricostruire la famiglia era un atto di fede. Quel tatuaggio è il ricordo del lavoro fatto per riconquistarla: ho fatto di tutto, andando dall’analista, cambiando".