Dalle prime linee di febbre all’allenamento in quarantena, passando per pasti sani, brevi video registrati per i fan dal giardino della sua casa in Sardegna e perfino qualche screen di una videochiamata con la mamma. C’è praticamente tutto nella sezione speciale che Andrea Melchiorre, ex corteggiatore di Uomini e Donne con un milione di follower su Instagram, ha dedicato alla lotta al coronavirus sul suo profilo Instagram. Denominato “Covid-19”, si tratta di un “contenuto in evidenza”, speciali Instagram Stories permanenti anche conosciute come highlights. Una sorta di “meglio di” che fa bella mostra di sé tra un folto gruppo di contenuti speciali che Andrea ha dedicato ai suoi viaggi,  agli allenamenti in palestra o ai progetti di lavoro più importanti. Il contenuto in evidenza si innesta nella speciale narrazione del Covid secondo gli influencer, tema ampiamente dibattuto in rete dal momento in cui sempre più personaggi popolari sui social e sul piccolo schermo hanno raccontato pubblicamente di avere contratto il virus, vivendo una speciale quarantena in solitaria perennemente connessi, quasi come in una sorta di reality show.

Sul contenuto speciale “Covid"

Perennemente connesso alla rete – d’altronde, in quarantena i social network rappresentano l’unica compagnia possibile – Melchiorre ha fatto in tempo a intercettare le critiche che la sezione speciale del suo profilo Instagram dedicata al Covid ha generato in rete praticamente in tempo reale. E ha risposto: “Ho visto che tante persone mi stanno facendo delle critiche perché ho lasciato in evidenza le stories con scritto Covid19. Però se provate a usare un briciolo di intelligenza senza puntare il dito e accusare, è semplicemente un documentario della malattia che sto vivendo, non una mancanza di rispetto nei confronti dei medici, delle persone che sono morte o di quelle che stanno combattendo come me. Voglio semplicemente documentare come sto affrontando la quarantena in una terra che non pè casa mia, la solitudine, la noia e soprattutto come comportarsi, visto che c’è poca informazione al riguardo. Non le toglierò, state sereni”. Poi rivolto a chi in rete ha commentato il contenuto in evidenza, ha aggiunto:

Post creato per incitare l’odio. Le storie le ho sempre fatte, prima della pandemia e prima del Covid. Non sto strumentalizzando una malattia che ho, sto solo raccontando quello che sto vivendo. Quando sono stato male, le decisioni che ho preso, come sto affrontando questa quarantena. È brutto farmi passare per una persona che specula su questa situazione. Io ho il Covid e sto cercando di affrontarlo con il sorriso e la leggerezza. Non fatemi passare per quello che non sono. Non lascerò mai più correre un messaggio sbagliato sulla mia persona.