Cristiano Malgioglio ha cambiato idea su Pamela Prati. Due opinione diverse nel giro di un mese esatto, fornite allo stesso giornale, AdnKronos. Prima in difesa e tutela dell'artista appellandosi agli italiani: "Perdonatela". Dopo un mese tutto è cambiato: "Non l'avrei neanche presa in considerazione". Cosa è successo adesso?

Le parole di Cristiano Malgioglio

Era il 24 maggio di quest'anno quando Cristiano Malgioglio salvava Pamela Prati dal tribunale delle opinioni sul caso Mark Caltagirone: "Quello che ha fatto e hanno fatto a Pamela trovo che sia terribile, ha preso in giro i telespettatori ma, visto che siamo amici da tanti anni, chiedo agli italiani di perdonarla, ha bisogno di aiuto perché è molto fragile psicologicamente. È una persona meravigliosa caduta in un circuito perverso". Qualcosa è cambiato, però, e intervistato da AdnKronos, questa volta Malgioglio ha affondato il colpo: "Se avesse detto che si sposava con me avrebbe avuto tutte le copertine senza fare la figuraccia che ha fatto e poi che cosa gli ha portato tutto questo? Soltanto dolore. L'amore virtuale non esiste; che senso ha avuto questa storia che ha riempito tutte le pagine dei giornali? Io non l'avrei neanche presa in considerazione".

Cristiano Malgioglio su Caterina Balivo

C'è stato ampio spazio per commentare quanto accaduto a Caterina Balivo, scelta come madrina per il Gay Pride di Milano e poi costretta a fare un passo indietro perché non accettata dalla comunità LBGTQ. La conduttrice di "Vieni da me" è stata attaccata per una battuta giudicata omofoba su Ricky Martin: "Sei bono pure se sei frocio". Cristiano Malgioglio prova a fare il punto della situazione

Mi dispiace che Caterina non sarà più la madrina al Gay Pride di Milano perché è una mia cara amica. Secondo me ha fatto una battuta, ma non voleva offendere però bisogna fare sempre attenzione e misurare le parole. A me personalmente, ad esempio, non mi hanno toccato minimamente ma ad altre persone, magari più sensibili, la battuta non è piaciuta. Quando si parla bisogna stare attenti a come si dicono le cose, in questo periodo cadono i 50 anni del movimento LGBTQ che sta facendo una battaglia incredibile contro ogni forma di discriminazione e che ha smosso tutto il mondo, a New York, ad esempio, sarà una star come Madonna a chiudere il Gay Pride.