L'avevamo lasciata fidanzata e innamorata del suo Max Ehrich, ma in pochi mesi la storia d'amore di Demi Lovato, con tanto di fidanzamento annunciato, è naufragata in un nulla di fatto. In un'intervista rilasciata a Glamour, la cantante ha parlato della sua relazione finita, ma anche di come sta affrontando questo periodo di solitudine, usandolo per dare ampio spazio ad una riflessione più profonda su ciò che davvero si aspetta da una futura relazione amorosa, ma soprattutto da sé stessa.

La fine della storia con Max Ehrich

Una storia, quella con Max Ehrich, conclusasi prima ancora di assestarsi e crescere a pieno, dal momento che i due avevano iniziato a frequentarsi durante il lockdown dello scorso marzo e, in pochi mesi, sembrava fossero inseparabili. La cantante, però, ha rivelato alla nota rivista che una volta conclusasi la sua relazione ha maturato una nuova consapevolezza: "Pensavo che avrei passato la mia vita con qualcuno. Quando è finita, ho sentito un senso di sollievo nel poter vivere la mia verità". 

L'attrazione verso altre donne

Una dichiarazione significativa, che si aggiunge ad un'affermazione altrettanto importante: "Mi sento troppo queer per frequentare un ragazzo cisgender", ha rivelato la pop star. Demi Lovato non ha negato di aver avuto in questi mesi delle esperienze con delle ragazze, descrivendole in maniera entusiasta e, anzi, commentando negativamente l'approccio non altri uomini:

Non avevo voglia di avvicinarmi. Non era nemmeno una sensazione basata sulla persona con cui ero. Mi sono ritrovata ad apprezzare davvero l’amicizia con queste persone, più del lato romantico. Non volevo niente di romantico con nessuno del sesso opposto.

Demi Lovato ha ritrovato la sicurezza in sé stessa

Probabilmente è stata proprio la fine della sua storia con Ehrich a farle rivalutare una storia con un uomo, dal momento che l'attore non sarebbe stato sincero nel dichiarare le sue intenzioni, mentre lui avrebbe dichiarato l'esatto contrario. Intanto la cantante ha dichiarato di essere molto più sicura di sé stessa di quanto non lo fosse in passato: "Ho rifiutato il mio intuito su tutti i campanelli d’allarme che suonavano, ma non avevo nessun altro da incolpare se non me stessa. Se mi fossi fidata di me, non sarei finita in quella posizione". Argomento che affronterà apertamente anche nel documentario che dal 23 marzo sarà disponibile su YouTube e in cui non mancherà un riferimento anche alla sua storia d'amore conclusasi così in fretta. Intanto, la star sta preparando anche due progetti che la vedranno protagonista per la tv.