È un momento decisamente positivo per Diletta Leotta. La conduttrice televisiva è uno dei personaggi noti più richiesti del momento. Non solo collabora con Sky ed è uno dei volti della piattaforma Dazn, ma è anche reduce dalla conduzione di ‘Miss Italia 2018': una bella soddisfazione per lei che partecipò al concorso ma non riuscì ad arrivare in finale. Martedì 25 settembre, inoltre, ha festeggiato i tre milioni di fan su Instagram. In un'intervista rilasciata a ‘Diva e Donna' è tornata a quel momento del 2016 in cui la sua carriera ha rischiato di andare in frantumi.

Lo scandalo delle foto hot hackerate

Era settembre del 2016 quando iniziarono a circolare in Rete scatti privati di Diletta Leotta. Il cellulare della conduttrice era stato hackerato e le foto personali nelle quali compariva svestita erano state diffuse. Lo scandalo iniziò a gonfiarsi anche a causa di chi approfittò dell'accaduto e della confusione che aveva generato per far circolare fotomontaggi e video hot falsi, attribuendoli a Diletta Leotta. Il gravissimo episodio venne subito segnalato alla Polizia Postale.

Diletta Leotta e il coraggio di reagire

Diletta Leotta, dopo un attimo di comprensibile smarrimento, comprese di non aver fatto nulla di cui vergognarsi. Ha potuto contare sulle persone che ama, che l'hanno spronata a reagire, a dare il giusto peso all'accaduto e a denunciare. Si è resa conto che lei era la vittima e proprio per questo non doveva cedere al vittimismo. A ‘Diva e Donna' ha confidato che quelle foto le rifarebbe ma sceglierebbe con più attenzione la password. Spera, infine, che le ragazze che si trovano a vivere il suo stesso incubo possano riuscire a reagire come ha fatto lei:

"Rifarei quelle foto e soprattutto farei più attenzione alle password dei miei account. Sicuramente non è stato un momento bello. Il fatto di essere un personaggio pubblico mi ha dato la forza di reagire con grinta e positività. Se questa reazione forte fosse stata imitata anche solo da una ragazza con una storia simile sarebbe un successo".