Il fondatore della comunità Exodus, Don Mazzi, intervenendo a "La Zanzara" su Radio 24, ha parlato di Mario Balotelli, calciatore della nazionale italiana che ultimamente è stato al centro delle polemiche sia per la relazione d'amore con Raffaella Fico sia per la sua attività in campo nei Mondiali del Brasile. Un comportamento quello di Balotelli che non è stato gradito molto da Don Mazzi il quale ha dichiarato che "Balotelli è stato idolatrato e quando è arrivato in Brasile si è sentito il Padreterno". Queste le sue parole:

Per recuperarlo ci vorrebbero mesi di colloqui. Io non avrei paura di parlarci. Due volte a settimana in comunità, un'ora e mezza a seduta […] Bisogna smontare l'idolo. Venga da me, io non costo nulla.

Prandelli ha sbagliato a puntare su Balotelli secondo Don Mazzi

Don Mazzi non ha risparmiato critiche né a Balotelli né a Prandelli che, secondo il fondatore della comunità Exodus, "ha sbagliato tutto". "Non doveva puntare su uno come lui. Non era l'uomo giusto per la Nazionale, per i suoi problemi di carattere, anche se fai 40 gol poi rovini tutto con le puttanate che fai" ha aggiunto. Infine in merito allo sfogo di Balotelli su Instagram, Don Mazzi ha concluso:

Balotelli dice un sacco di puttanate, non mi meraviglio che abbia detto quelle cose. Va preso per quello è e ci si può aspettare di tutto. Adesso anche lui sfrutta il colore della pelle. Diventa nero quando gli va bene, diventa bianco quando gli va bene.

Balotelli su Instagram aveva usato toni durissimi scrivendo che forse "gli africani non avrebbero mai scaricato un fratello" come, invece, a suo dire, avrebbero fatto gli italiani. "Non ho scelto di essere italiano: l'ho voluto fortemente perché sono nato in Italia e ho sempre vissuto in Italia. Ho dato tutto per la Nazionale e non ho sbagliato niente a livello caratteriale, ho la coscienza a posto" ha concluso.