Elena Santarelli ha deciso di non pubblicare più fotografie di suo figlio Giacomo sui social network. Una scelta molto importante negli anni in cui l'oversharenting, ossia il fenomeno di pubblicare compulsivamente foto del proprio bimbo sui social, è oggetto di discussione in tutto il mondo.

La decisione di Elena Santarelli

Elena Santarelli, nel rispondere a una delle domande social su Instagram, ha spiegato di non voler più mostrare le foto di suo figlio Giacomo. Anche per quanto riguarda Greta, la seconda figlia della soubrette e di Bernardo Corradi, non mostrerà mai il volto, almeno per adesso.

Non farò più vedere mio figlio Jack sui social. Ovviamente non abbiamo nulla da nascondere. Solo se lui lo vorrà. Vorrei che fosse libero di uscire un giorno da solo senza che nessuno lo indichi come ‘il figlio di’. Greta? Per ora non voglio mostrare il volto.

Anche Silvia Toffanin non pubblica foto sui social

La decisione di Elena Santarelli arriva due giorni dopo le dichiarazioni di Silvia Toffanin: "Non mosterò mai i miei figli sui social".

Non ho nessun profilo personale sui social perché sono molto riservata e poi, in confidenza, credo che a nessuno interessi sapere cosa mangio a pranzo, dove sono stata a cena o che esercizi faccio in palestra. Soprattutto, e qui divento seria, sono molto protettiva nei confronti della mia vita privata: da mamma le dico che non pubblicherò mai una foto dei miei figli sui social.

Che cosa significa oversharenting

L'oversharenting è un termine utilizzato per descrivere l'abuso da parte dei genitori di pubblicare post e immagini dei propri figli, ancora piccoli, sui social media. Si rifà al concetto di "sovraesposizione". Il dibattito è tuttora in atto su come i genitori possano bilanciare nel modo giusto la condivisione dei propri bambini e tutelare l'interesse della loro privacy. Studiosi e pediatri stanno iniziando a considerare problematiche legate allo sharenting e su come influiscono sulla crescita dei bambini e sulle loro relazioni.