Altro che bad girl, Elettra Lamborghini incarna oggi più che mai il concetto di perfetta fidanzatina d’Italia. Lo dichiara lei stessa nel corso di un’intervista rilasciata a Vanity Fair cui fa sapere che molto di quello che si favoleggia sul suo conto non è mai avvenuto. Anzi, l’ereditiera italiana più famosa al mondo riuscita nell’impresa di risultare credibile anche in ambito musicale, fa sapere di essersi solo descritta con poca prudenza, quantomeno all’esordio:

Sono una persona normalissima. Ho sempre avuto moltissime regole, e anche oggi le seguo. Ai genitori dei bambini miei follower dico: meno male che seguono me e non altre zocco***e che ci sono in giro. Sono tutto fumo e zero arrosto.

Il rapporto ritrovato con Dio

Dietro l’apparenza esplosiva, Elettra sarebbe una giovane donna comune, votata ai valori tradizionali: “Sono fidanzata, non ho mai fatto le corna, non bevo alcol né l’ho mai bevuto, non ho mai fumato uno spinello, non mi drogo. Sono bravissima”. E fa sapere di avere recuperato il rapporto con la fede e, a sorpresa, di volere adottare una bambina meno fortunata di quanto lei stessa è stata:

Da giovane ero ‘sborona'. Poi per fortuna, non sono una cretina, sono rimasta umile. Oggi non me ne frega più una mizzega, sono diventata molto più spirituale e ho trovato la felicità in altre cose. Ho ritrovato il rapporto con Dio, ma preferisco non parlarne troppo. Vorrei adottare una bambina africana. Sto bene nel nulla. Ripeto: se fosse per me io mollerei tutto e andrei in Africa. Ho già fatto tutto e visto tutto nella vita, ho 25 anni ma mi sento vecchissima. La vita è fatta di aspettative: uno si immagina di voler arrivare a una cosa bella, una volta che ci sei dentro ti rendi conto che fa caga*e. Quindi vuoi tornare a spalare la mer*a dei cavalli, che forse è meglio

L’amore per Afrojack e la bisessualità

Innamorata di Afrojack, dj e producer olandese, Elettra non rinnega la sua bisessualità. L’amore per Nick van de Walt, al contrario, l’avrebbe aiutare a fare ordine dentro se stessa: “Non riesce a stare senza di me per più di sei giorni. Sono molto serena, pensi che stiamo insieme da quasi un anno – un recordissimo per me – e non abbiamo mai litigato. Prima di lui ero single da molto tempo. Non è perché ho due tette e un sedere grosso che mi si deve giudicare ‘facile’”. Sinceramente innamorata, avrebbe compreso che non è il sesso di un individuo a condizionarla:

Assolutamente sì. Infatti Nick è una cosa a parte: stando con lui ho capito che non mi interessano tanto gli uomini, mi innamoro della persona, non del sesso.