UPDATE: Miss Italia ha smentito la partecipazione di Eliana Michelazzo a Miss Sorriso Lazio come giurata.

Chi pensa che il caso di Pamela Prati e Mark Caltagirone finirà nel dimenticatoio con l'arrivo dell'estate dovrà ricredersi, perché il meglio – forse – deve ancora arrivare. Lo scandalo più chiacchierato degli ultimi anni, quello che ha dominato sui giornali, in tv, che è diventato oggetto di meme e tormentoni a non finire, potrebbe essere raccontato addirittura in un libro e in un film. Almeno, è quello che ha sostenuto Eliana Michelazzo, la controversa ex agente della Prati che a sua volta si è dichiarata una vittima, turlupinata dalla collega Pamela Perricciolo che l'avrebbe spinta a "fidanzarsi" virtualmente con l'inesistente Simone Coppi. E in effetti, è innegabile che l'intero caso sia già di per sé una sceneggiatura perfetta per un giallo di Hollywood.

L'annuncio di Eliana Michelazzo

Nonostante sia accusata da molti di essere stata una complice del Prati Gate, Eliana ha guadagnato parecchio da questa assurda e complessa vicenda, soprattutto in popolarità. Lo dimostra il fatto che è stata ospite e membro della giuria a Miss Sorriso Lazio 2019, evento legato a Miss Italia. Ed è proprio qui che ha fatto al pubblico l'annuncio, a proposito del caso Simone Coppi:

Si è parlato di truffa e ci sono delle vittime. Ora sono in progetto un libro e un film. Il libro lo stanno scrivendo e il film è in progetto. Ci sono tantissime persone che hanno subito quello che ho subito io. Ci sono tante persone che sui social si innamorano e aspettano di incontrare la persona che ama. C’è gente che aspetta 20 anni e manda soldi alla persona amata. Anche io ci sono passata, ho dato anche io dei soldi a mio marito e alla famiglia virtuale. Se non ci sei dentro non puoi capire.

Il caso Simone Coppi

Il presunto libro e la relativa pellicola dovrebbero dunque parlare di Simone Coppi ma anche anche dello sposo fantasma Mark Caltagirone e di tutti gli eventi collaterali che vanno a formare il complesso puzzle del "Pratigate". Ricordiamo che Eliana sostiene di essere stata raggirata per ben dieci anni: a suo dire, l'uomo che sentiva dal 2009 via chat e con cui si riteneva a tutti gli effetti fidanzata, non sarebbe mai esistito. Dietro quel fantomatico magistrato conosciuto come Simone, ci sarebbe stato il "complotto" della Perricciolo, che si sarebbe per giunta servita di alcune immagini appartenenti in realtà a un ignaro modello svizzero di nome Stephan Weiler.