13 Settembre 2015
13:51

Elton John e la sfida a Putin: “Incontriamoci e parliamo di diritti dei gay”

Ancora una volta in prima linea nella lotta per i diritti degli omosessuali, il cantante ha lanciato un invito al presidente russo: “Vorrei incontrarlo. Probabilmente è un’utopia, ma almeno ci ho provato”. John è a Kiev, dove ha incontrato il leader ucraino Poroshenko e ha parlato di uguaglianza sul lavoro, chiedendo una legge che punisca i crimini dettati dall’omofobia.
A cura di Valeria Morini

Elton John ancora una volta è in prima linea per i diritti degli omosessuali, tanto che dall'Ucraina, dove si è recato per promuovere pubblicamente l'uguaglianza di gay e etero nel mondo del lavoro, ha lanciato una sfida a Vladimir Putin. Il controverso leader, ormai alla guida della Russia dal 1999, è da sempre apertamente schierato contro la comunità LGBT, duramente perseguitata nel Paese. Nel 2013, è stata approvata una legge che vieta di "parlare di omosessualità", mentre in occasione delle Olimpiadi invernali di Sochi Putin invitò espressamente i gay a "lasciare star i bambini". "Un attimo. Sei il presidente della Russia e vai a dire in giro cose stupide come questa?", ha tuonato Elton John, esprimendo però poco dopo il desiderio di avere un colloquio con il Presidente. Ai microfoni della BBC, il cantante ha lanciato l'invito:

Mi piacerebbe incontrarlo. È probabilmente un’utopia, potrebbe ridere alle mie spalle e definirmi un idiota assoluto, ma alla fine, penso, ho la coscienza a posto per dire “Io ci ho provato".

Difficile dire se Putin raccoglierà la richiesta. Non è peraltro la prima volta che John si rivolge direttamente a un uomo politico: solo di recente, ha fatto scalpore la bagarre scoppiata con il sindaco di Venezia, che ha vietato nelle scuole libri che accennano all'omosessualità. Il primo cittadino è stato definito "bigotto e cafone" dall'autore di "Rocket Man" che, gay dichiarato da sempre e felicemente sposato con David Furnish, ultimamente non ha risparmiato critiche neppure alle dichiarazioni sulla "famiglia tradizionale" di Dolce & Gabbana.

Elton John in Ucraina: l'incontro con Poroshenko

A dire sì a un incontro con il cantante britannico, è stato invece il Presidente dell'ucraina Petro Poroshenko. A Kiev, John ha partecipato ieri in qualità di speaker alla conferenza YESUkraine2015, dove ha parlato dell'importanza di uguali diritti per la comunità gay nei luoghi di lavoro: "In Ucraina abbiamo bisogno di uomini d'affari di potere che creino una società più inclusiva e tollerante. Abbiamo bisogno di questo in tutto il mondo!", ha scritto su Instagram, in margine a una foto che lo mostra alla conferenza. Sul social, l'artista ha inoltre pubblicato uno scatto che lo vede insieme al leader politico:

Dopo aver parlato alla Conferenza YESUkraine2015 a Kiev, ho incontrato il presidente ucraino Poroshenko per parlare dell'importanza delle modifiche legislative per sostenere i diritti LGBT. In particolare, ho chiesto: 1. Divieto di discriminazione sul luogo di lavoro sulla base di sessualità e identità di genere. 2. Sanzioni penali per i crimini dettati dall'odio. Voglio ringraziare lui e la First Lady per avere accolto me e David così calorosamente, e per il suo sostegno.

"Pronto Elton, sono Putin", lo scherzo ad Elton John
Maurizio Gasparri:
Maurizio Gasparri: "Elton John è uno schifo umano, non parli di gay a Sanremo"
Elton John e gli ABBA virali su TikTok: il mashup da oltre due milioni di visualizzazioni
Elton John e gli ABBA virali su TikTok: il mashup da oltre due milioni di visualizzazioni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni