Pierfrancesco Favino ha seguito l'esempio di Michelle Hunziker, che ha baciato a Sanremo il marito Tomaso Trussardi dopo avergli detto, dal palco, che le mancava tanto dopo tre settimane di lontananza. L'attore ha portato i fiori in platea alla moglie, l'attrice Anna Ferzetti, e alla figlia Greta. "Tu sei la donna più invidiata dell'Ariston, e sai perché? Perché ti ho portato questo", le ha detto porgendole, subito dopo il meraviglioso bouquet, un sandwich.

Immediata la reazione della moglie divertita, che non è riuscita a dire niente e si è lasciata semplicemente baciare. Stupita, ancor più di sua madre, la piccola Greta, ignara del gesto del papà e della telecamera improvvisamente puntata addosso. Il pubblico ha applaudito entusiasta, colpito dal gesto di Favino e da quella spontaneità che sin dall'inizio del Festival ha contraddistinto la sua persona. Piace anche e soprattutto per questo, perché riesce a condurre in modo magistrale un evento così esposto come Sanremo e, allo stesso tempo, sembra essere il vicino della porta accanto.

In contemporanea, Pierfrancesco Favino era finito nei top trend nazionali per un altro motivo: presentatosi sul palco con uno smoking laminato argento, firmato Dsquared2, aveva scatenato il parterre femminile della rete, unendolo nel coro "Favino nudo", piuttosto che vestito in quel modo. In poco tempo, l'hashtag corrispondente è salito in cima agli argomenti più commentati, grazie alla condivisione di pensieri, battute, meme e foto. Un Sanremo che non manca di momenti come questo, in cui l'ilarità prende il sopravvento ed eclissa la gara, nella necessaria ricerca di un diversivo. Le canzoni quest'anno hanno senza dubbio monopolizzato la kermesse canora, ma sia i conduttori che gli ospiti non hanno mancato di offrire vari spunti per la solita satira festivaliera.