Un Natale decisamente amaro per l'ex vincitrice del Grande Fratello 14, Federica Lepanto. La salernitana 25enne ha risposto su Instagram ad alcune domande dei suoi follower, confermando di star vivendo un momento particolarmente triste dovuto alla fine della sua relazione, iniziata più due anni fa, con il modello ed imprenditore che vive in Germania, Gianfilippo Lavuri.

Arriva la confessione di Federica Lepanto

La giovane infermiera ha voluto rendere partecipi i suoi follower di un momento di vita personale non proprio felice. Federica ha infatti confessato, attraverso un lungo sfogo avvenuto tramite una Instagram Stories, di star trascorrendo un triste Natale. E con una metafora abbastanza eloquente ha confermato la crisi con il suo ormai ex fidanzato, che nel frattempo, sul suo profilo personale, ha pubblicato una foto in compagnia di una sconosciuta ragazza:

Ho avuto una macchina per più di due anni, ogni tanto qualche allarme ma tutto sotto controllo, poi nell'ultimo periodo, da aprile al 25 luglio, sembrava non volesse camminare più, allora l'ho lasciata riposare ma continuavo a lavarla e le cambiavo i pezzi guasti, poi il 17 ottobre salii fino in Germania per farle il tagliando e per altri due mesi ho usato piano piano gli ammortizzatori ma il giorno di Natale scopro che la macchina mi è stata rubata.

La Lepanto, forse per dimenticare, è volata a Londra per queste festività natalizie, ma la vacanza non le è stata di grande aiuto. La ragazza ha infatti postato messaggi che testimoniano uno stato d'animo nostalgico e triste e a chile chiede dei risvolti sentimentali ha risposto: "Basta uomini per il momento".

La parentesi amorosa con Alessandro Calabrese

Federica è stata molto apprezzata all'interno del Grande Fratello, ai tempi condotto da Alessia Marcuzzi, tant'è che ne è uscita vittoriosa. Il pubblico ricorda le sue lacrime per il bel concorrente romano Alessandro Calabrese, che dopo aver auto un breve flirt con la salernitana ha preferito ritornare tra le braccia della sua ex Lidia Vella lasciando nello sconforto la povera Lepanto.