Lunedì 26 giugno avrà inizio una nuova edizione di ‘Temptation Island‘. Il presentatore Filippo Bisciglia si è raccontato sulle pagine del settimanale Mio. Da anni è legato a Pamela Camassa e tra loro non mancano le differenze caratteriali:

"Sono un rompiscatole, un perfezionista. Deve essere tutto in ordine, tutto preciso, anche sul lavoro: sono un secchione. Sono anche un istintivo e alcune volte troppo buono. Pamela? Zero! Lei è una zingarella".

Per il momento non ci sono figli in arrivo, né profumo di fiori d'arancio: "Per ora non ci sono progetti matrimoniali in vista. Né bambini in arrivo". Lui, però, continua a sognare di diventare padre:

"Sarei fantastico. Lo guarderei sempre anche mentre dorme. Io sono malato di bambini. Oltre che di anziani e cagnolini".

"A ‘Temptation Island' mi dispiace vedere i fidanzati che stanno male e piangono"

Infine, Filippo Bisciglia è tornato con la mente a una delle coppie che si lasciarono dopo aver partecipato a Temptation Island. Stiamo parlando di Roberto Ranieri e Valeria Vassallo:

"Oggi Valeria è felice e contenta. Probabilmente nella sua coppia c'erano dei problemi che lei e Roberto non sono riusciti a risolvere. In quel caso, secondo me la cosa migliore è lasciarsi. Anche perché chi partecipa non è sposato e non ha figli in comune: può tranquillamente rifarsi una vita. Poi, certo, non nego che dispiace vedere la ragazza o il fidanzato che stanno male, che piangono. Però, sai che, passato quel momento, per loro sarà tutto migliore, perché evidentemente quella storia non andava bene".