Esiste una differenza di vedute sostanziale nel rapporto tra Filippo Bisciglia e la fidanzata Pamela Camassa. Il conduttore di “Temptation Island” aveva già rivelato di desiderare da tempo un figlio e sembrava propenso a realizzare questo progetto in breve tempo. Purtroppo, però, avrebbe incontrato l’opposizione della sua compagna che, come rivela lui stesso in un’intervista rilasciata a “Nuovo Tv”, non sarebbe dell’idea di diventare madre: “Io vorrei diventare papà, ma lei non sembra dell’idea. Quindi sto perdendo un po’ le speranze”. Per il resto, però, la loro storia proseguirebbe a gonfie vele:

Io sono un uomo gelosissimo, ma lei non mi dà modo di esserlo. Il merito della solidità della nostra storia è suo. Pamela all’inizio era molto gelosa, ma col tempo ha imparato a conoscermi. Ammetto di avere un debole per le belle donne e per questo non partirei mai per Temptation Island, ma per lei ho studiato una strategia che mi permette di essere trasparente: non faccio apprezzamenti sulle altre quando lei è assente, ma li faccio anche se è con me. Sembra un paradosso, ma è una forma di rispetto. Abbiamo imparato dai nostri genitori l’arte del compromesso. Può sembrare strano, ma non litighiamo mai.

Filippo a Temptation Island: “La De Filippi è molto presente con me”

Filippo, ex del “Grande Fratello” che è riuscito a trovare una collocazione professionale nel ruolo di conduttore della trasmissione estiva proposta da Canale 5, tornerà presto al timone di “Temptation Island” la cui terza edizione andrà in onda a partire dal 28 giugno. Bisciglia ha saputo convincere a poco a poco quanti non credevano appieno nelle sue qualità professionali, confermandosi alla conduzione del reality per tre stagioni consecutive. A confermarlo a capo di questa avventura televisiva sarebbe stata proprio Maria De Filippi. Sarebbe stata lei a proporgli di condurre il reality e a strappargli un sì, dopo tutta una serie di rifiuti pronunciati da Bisciglia nel corso degli ultimi anni:

Ho saputo migliorarmi. Se anni fa mi avessero detto che avrei condotto uno show in prima serata non ci avrei mai creduto. All’inizio c’erano molti pregiudizi contro di me, soprattutto da parte degli addetti ai lavori del mondo dello spettacolo. Non rinnegherò mai la mia esperienza nella Casa, ma è la ragione per cui mi sarei trovato i fucili puntati contro anche se avessi fatto un capolavoro della mia prima prova da conduttore. Lo scorso anno Temptation ha collezionato ottimi ascolti e spero di replicare. Mi auguro di cancellare ogni dubbio. Sono un amico dei ragazzi che partecipano al programma. Maria De Filippi mi  ha voluto alla conduzione del suo programma proprio perché sa che sono un ragazzo semplice, capace di farli sentire a proprio agio. Di fronte a un presentatore più ‘istituzionale’ i ragazzi non sarebbero così sinceri. Da lei ho solo da imparare. È una persona umanamente fantastica e professionalmente geniale, un mostro sacro della Tv. Mi dà tanti consigli sul modo in cui muovermi in video, è presente nel mio lavoro.