Francesca Barra difende a spada tratta l’amore con Claudio Santamaria dalle critiche di chi li ha bersagliati sui social network in più di un’occasione. Intervistata dal Corriere della Sera a pochi giorni dalle nozze in Basilicata, Francesca sostiene esista una motivazione precisa dietro gli attacchi subiti per mesi. Chi li addita, dice, vorrebbe essere al loro posto, nei panni di una donna che ha avuto il coraggio di divorziare benché fosse diventata mamma da pochi mesi. Quella bambina, l’ultima di tre figli, era nata dal legame con l’ex marito Marcello Molfino. Poco tempo dopo la nascita della piccola, è scoppiato l’amore con l’attore:

Quando ho visto Claudio a cena la prima volta, aprile 2017, ero una donna libera, ma non è questo il punto: una donna si può separare incinta o quando ritiene. I commenti mi hanno ferito perché scripta manent e non mi va che i bimbi, crescendo, leggano versioni inesatte. […] Chi ci critica lo fa perché vorrebbe essere noi: un uomo che si prende una donna con tre figli, di cui una appena nata; una donna che, con una figlia appena nata, ha il coraggio di divorziare.

L’amore con Claudio, che conosceva da sempre

Claudio è stato il mio primo lento, avevo 11 anni” racconta la giornalista e scrittrice, ricordando il primo incontro con Santamaria. Un amore travolgente che li ha spinti a sposarsi a Las Vegas 8 mesi dopo il primo incontro – che primo non era – e a ripetere l’evento in Italia con matrimonio civile sulla spiaggia in Basilicata: “Dopo Las Vegas, ci siamo detti che serviva un evento pensato per coinvolgere i bimbi: ci avevano trovati sposati di colpo e non avevano capito granché. Sarà un rito civile, seppure in spiaggia, così che abbiano piena consapevolezza che siamo marito e moglie. Avevamo fissato una data, ma è saltata perché è cambiato il piano di produzione del film che Claudio sta girando con Gabriele Mainetti. Ne abbiamo dovuta trovare in fretta un'altra”. Le critiche, in questo senso, non hanno mai rallentato il loro amore:

È stato tutto semplice, come era giusto che fosse dopo mesi di cattiverie gratuite, sui social e nei vari salotti. Pensavano di indebolirci, invece ci hanno reso fortissimi.

Il lavoro accantonato per amore

Con Santamaria a Francesca è accaduto qualcosa che mai avrebbe pensato di sperimentare: la necessità di mettere da parte il lavoro a favore della vita privata. Una scelta d’amore, anche questa, che cozza con i suoi principi ma che non le ha lasciato alcun rimpianto: “Per dedicarmi a Claudio ho abbandonato moltissimo il lavoro. Prima di lui, l'avrei ritenuto quasi offensivo per l'emancipazione femminile. Non ho smesso di lavorare, ma non penso più prima a me stessa. Da quando sto con Claudio, non ho fatto quasi nulla, a parte la campagna elettorale da candidata pd alle Politiche, che era meglio non farla, visto come è andata. Ora, Claudio va sul set e io gli preparo il cestino e lo accompagno”.