Foto di Daniele Proia
in foto: Foto di Daniele Proia

Francesco Chiofalo tra qualche giorno si sottoporrà a un delicato intervento chirurgico. L'ex concorrente e tentatore di ‘Temptation Island' sta lottando contro un tumore al cervello. In questa coraggiosa battaglia non è da solo. Sono tantissimi, infatti, i fan che stanno esprimendo il loro sostegno. Poco fa, Chiofalo ha fatto sapere di essere stato ricoverato per ulteriori controlli. Si trova presso il reparto di neurologia dell'Ospedale San Camillo: "Oggi lunedì 07 gennaio 2018 alle ore 18:00 mi hanno ricoverato al centro di neurochirurgia dell'ospedale San Camillo di Roma. Nella giornata di domani mi sottoporrò a ulteriori analisi e controlli pre-operatori".

Si sottoporrà all'asportazione chirurgica del tumore

Francesco Chiofalo, poi, ha fatto sapere che la data dell'intervento è ormai alle porte. Il giovane ha spiegato che "salvo imprevisti l'intervento di asportazione chirurgica del tumore al cervello è previsto per mercoledì 9". Ha concluso il suo messaggio pubblicando la frase che negli ultimi giorni è diventato anche un tatuaggio: "Andrà tutto bene". Nei giorni scorsi, Chiofalo ha espresso i comprensibili timori che accompagnano l'attesa dell'intervento:

"Purtroppo ho molta paura. Ho paura di uscire da questo intervento molto diverso, è un intervento al cervello molto lungo e complicato. Se avessi delle disabilità dopo l'operazione non credo che riuscirei ad accettarlo. Quindi sì, ho molta paura, sono terrorizzato".

La battaglia contro il tumore al cervello

A comunicare ai fan di avere un tumore al cervello è stato lo stesso Chiofalo. Tramite un video pubblicato sui social il mese scorso, ha deciso di condividere questo momento difficile con le tante persone che lo seguono. Il giovane con tono fermo ha spiegato:

"C'è stato un incidente un po' di giorni fa e sono andato al pronto soccorso, un piccolo incidente stradale. Sono andato lì per farmi refertare, avevo un labbro gonfio e avevo preso un piccolo colpo in testa, niente di grave. Mi visitano, mi fanno tutti i controlli necessari e poi mi lasciano in sala di attesa. Lì si avvicina un dottore che mi dice di aver trovato nel mio cervello una macchia molto grossa. Mi chiedono se ne sapessi qualcosa. io non sapevo di cosa stesse parlando, no, cazzo, non ne sapevo nulla. Fanno ulteriori esami, mi trattengono lì, e scoprono che quella macchia che ho in testa è un tumore al cervello, del diametro di 5 centimetri, enorme, come una palla da biliardo. Grosso quanto una cazzo di palla da biliardo. Ho scoperto di essere malato di tumore al cervello a 29 anni. Un tumore al cervello gigantesco. Dovrò suubito operarmi dopo le feste di Natale, per provare a levarlo. I dottori mi hanno detto che l'operazione durerà 18 ore, e bisogna considerare che dopo 10 ore un'operazione viene considerata rischiosa. L'operazione ha l'80% di rischi di invalidità permanente, tipo cecità, paralisi, demenza. Inutile dire che sono incazzato, che ce l'ho con il mondo. Mi chiedo perché proprio io, perché sia stato così sfortunato. Ma ormai è inutile, è così, sono fregato, devo farla per forza, per quanto sia pericolosa e non voglia farla, non ho alternativa".