15 Maggio 2016
15:28

George Clooney: “Un giorno, da ubriaco, racconterò un segreto su Berlusconi”

L’attore ha parlato della sua testimonianza al processo sui Bunga Bunga in difesa di Silvio Berlusconi, lasciando intuire di avere alcuni aneddoti riferiti all’ex premier che non ha mai raccontato.
A cura di Andrea Parrella

In questi giorni George Clooney vive da protagonista il Festival di Cannes, la consueta manifestazione cinematografica francese dove ogni anno vengono presentati alcuni dei film più rilevanti della stagione. Money Monster, quarto film da regista di Jodie Foster, racconta il mondo della finanza grazie alla coppia di divi formata da Julia Roberts e George Clooney. E proprio Clooney, notoriamente brillante nelle interviste con i giornalisti in occasione delle presentazioni di nuovi film. In occasione del lancio di Money Monster, ad esempio, ha parlato anche di Silvio Berlusconi e al processo sul Bunga Bunga, per il quale era stato chiamato tra i testimoni in difesa dell'ex premier. Scherza Clooney, dicendo al giornalista "Un giorno, quando sarò davvero ubriaco, le racconterò un segreto su Berlusconi". :Ma si tratta di serio e faceto, perché poi l'attore prosegue:

Sono stato chiamato a testimoniare in difesa di Berlusconi, dall’avvocato Valentino Valentini, nel processo “Bunga Bunga”: Ruby Rubacuori aveva detto di essere stata a una festa dove c’ero anche io, cosa che non è vera, perché a quella festa io non ero presente. Io ho risposto che se fossi andato a testimoniare su quella festa in particolare, dicendo che non c’ero, avrei parlato anche di un’altra a cui invece avevo partecipato: per quella Berlusconi aveva organizzato un aereo per portarmi da Milano a Roma. Non si sono più fatti sentire. Potete verificarlo: sono una delle persone chiamate a testimoniare. Non posso raccontare di più: vivo a Como e vorrei restarci. Ho una moglie e un futuro da proteggere. Forse quando non ci sarò più questa storia potrà uscire: è davvero divertente.

Clooney e Canalis testimoni al processo sui Bunga Bunga

Nel 2011, gli avvocati difensori di Berlusconi convocarono a testimoniare molti nomi noti, del mondo della politica e quello dello spettacolo. Oltre ai ministri Maria Stella Gelmini (Istruzione), Mara Carfagna (Pari Opportunità), Franco Frattini (Esteri) e Giancarlo Galan (Beni Culturali) erano presenti anche Elisabetta Canalis e George Clooney, più tutte le Papi Girl coinvolte nell'indagine. Al tempo i due erano sentimentalmente legati. Allora Clooney si mostrò molto disponibile a testimoniare, sottolineando di aver partecipato ad una serata che non aveva niente a che fare con le cosiddette "cene eleganti" e i Bunga Bunga. In occasione di un'intervista Clooney la definì una delle serate più sorprendenti della sua vita.

George Clooney:
George Clooney: "Amal non è incinta e non stiamo divorziando. Mi attrae perché è buffa"
L'intervista di George Clooney sulle nozze con Amal, lui tuona:
L'intervista di George Clooney sulle nozze con Amal, lui tuona: "È stata inventata"
Il sosia di George Clooney star nella pubblicità di una macchina espresso israeliana
Il sosia di George Clooney star nella pubblicità di una macchina espresso israeliana
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni