61 CONDIVISIONI

George Leonard, lancio con il paracadute in ricordo di Pietro Taricone

L’ex gieffino si è lanciato dai 5500 metri della Fly Zone di Fermo per ricordare l’amico scomparso Pietro Taricone. Emozioni in alta quota per George Leonard che ha rivissuto i momenti più intensi del lancio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Laura Balbi
61 CONDIVISIONI
Immagine

A tre anni dalla morte di Pietro Taricone c'è un collega del Grande Fratello a omaggiarlo, ricordando le sensazioni del lancio con il paracadute, sport estremo che "il guerriero" amava, ma che purtroppo gli è stato fatale. E' George Leonard, volto del Gf 10 a ripetere l'emozione del lancio in tandem, e rivela: “Il vero coraggio è quando non vedi nessuno vicino a te. Allora devi partire da solo. E poi magari ti volti indietro per vedere se c’è qualcuno,in mezzo agli alberi, sulla cima di una montagna,in alto sul cielo e capisci che sta camminando al tuo fianco… Il tuo io.“

Leonard si è lanciato da un'altezza di 5500 metri dalla piattaforma di Fermo, accompagnato dal maestro di lancio Luigi il Perugino detto "capapazz". Dopo un bacio a sua figlia Violante George è pronto per lanciarsi e si ripete: "Devo avere coraggio a camminare per strada con gli occhi alzati al cielo”. Un salto nel vuoto carico di adrenalina e il pensiero a quella persona speciale, "Pietro Taricone The Best" come lo definisce l'amico George indimenticabile da quel maledetto volo senza ritorno.

61 CONDIVISIONI
George Leonard e Carmela Gualtieri: "Nostra figlia Violante è evoluta"
George Leonard e Carmela Gualtieri: "Nostra figlia Violante è evoluta"
Kasia Smutniak: "La casa in campagna con Pietro Taricone resterà per sempre un luogo di famiglia"
Kasia Smutniak: "La casa in campagna con Pietro Taricone resterà per sempre un luogo di famiglia"
George Leonard e Carmela si sposano con sobrietà: "Violante sarà damigella"
George Leonard e Carmela si sposano con sobrietà: "Violante sarà damigella"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni