Si chiama Cristiano Iovino l’uomo che sarebbe tornato a far battere il cuore di Giulia De Lellis. Dopo una serie di Instagram stories sospette in cui i due sembravano essere negli stessi posti alla stessa ora, è il settimanale Chi a confermare questa simpatia in corso. Reduce dalla fine dell’amore con Andrea Damante, la nota influencer avrebbe ritrovato l’amore: “Il cuore di Giulia De Lellis ha ricominciato a palpitare. Lui si chiama Cristiano, ex fidanzato della tronista Sabrina Ghio, con la quale la De Lellis ha trovato felici sorrisi nella notte romana. Andrea Damante ormai è definitivamente un lontano ricordo”.

Chi è Cristiano Iovino

Personal trainer dal fascino un po’ selvaggio, Cristiano è romano e, oltre alla passione per il fitness, adora viaggiare. Nelle foto caricate sul suo profilo Instagram – che vanta già più di 20 mila followers – lo si vede allenarsi in palestra e girare il mondo. È stato fidanzato con Sabrina Ghio, altra ex tronista di Uomini e Donne. Al momento, Cristiano non ha confermato l’amore nato da poco per la De Lellis. Anche Giulia tace, impegnata a proteggere la sua vita privata.

Giulia aveva detto di non volersi innamorare

Intervistata recentemente da Uomini e Donne Magazine, Giulia aveva fatto sapere di non avere alcuna intenzione di innamorarsi. La difficile conclusione del legame con Damante l’aveva spinta a volere del tempo per se stesa, da investire soprattutto nel lavoro e nelle sue passioni: “Al momento ovviamente sono single e per ora mi sento bene così. Esco da una storia molto importante. L’idea di ricominciare con un altro uomo, acquisire nuove abitudini, affrontare un altro investimento emotivo, ma anche semplicemente abituarmi ad altri profumi… se devo essere sincera, ora come ora, non mi entusiasma. Sicuramente non sono in cerca di un nuovo fidanzato e quando esco non lo faccio con l’intento di guardarmi intorno. In questo momento ho bisogno di altro. Sto cercando di abituarmi ad una nuova situazione: quella di vivere da sola”. Cristiano avrebbe travolto i suoi programmi.