14 Febbraio 2014
14:01

Guendalina Tavassi in bikini a 4 mesi dal parto: “Non sono rifatta, è genetica”

Solo quattro mesi nasceva la piccola Chloe ed oggi Guendalina Tavassi può già fare sfoggio di una forma invidiabile. Risponde anche a chi maligna su presunti trattamenti chirurgici…
A cura di A. P.

Ce la ricordiamo solo una manciata di settimane fa, quando postava sui suoi canali social le foto del nuovo arrivo in casa, la piccola Chloe. Ma quei quattro mesi sembrano essere volati per noi e pure per lei, visto che Guendalina Tavassi sembra ormai ritornata in uno stato di forma invidiabile. Lo dimostra con la prova costume ostentata questa settimana dal salotto di casa sua. Mancano spiaggia, mare e ombrelloni, al loro posto i mobili e il televisore. Ma quello che non manca è la perfetta predisposizione fisica: lo stato di forma è a dir poco invidiabile e non pare vewro, trattandosi di una neomamma a quattro mesi dal parto. Manco a dirlo, in concomitanza con il suo post su Instagram, qualcuno ha continuato a lanciare malignità, facendo riferimento a trattamenti estetici.  Lei, piccata, risponde senza remore e per le rime:

Rispondo una volta per tutte: non faccio palestra, perché allatto a richiesta e Chloe è sempre attaccata, non faccio diete, non posso sempre per via dell allattamento, mangio come un camionista, soprattutto di notte vivo di pizza e nutella, non ho fatto liposuzioni perché subito dopo la nascita di Chloe sono tornata magra, e nessun chirurgo ti opera appena partorito e neanche durante l'allattamento, e' semplicemente genetica

Guendalina Tavassi e il regalo di Natale di Umberto: un Suv da urlo
Guendalina Tavassi e il regalo di Natale di Umberto: un Suv da urlo
Guendalina Tavassi passa la prova costume con un corpo mozzafiato! (FOTO)
Guendalina Tavassi passa la prova costume con un corpo mozzafiato! (FOTO)
Guendalina Tavassi e la poppata in pubblico a Chloé (FOTO)
Guendalina Tavassi e la poppata in pubblico a Chloé (FOTO)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni