Conto salato per Harry e Meghan che sarebbero stati chiamati a rimborsare i 2,4 milioni di sterline (circa 2,6 milioni di euro) spesi per ristrutturare Frogmore Cottage, la tenuta nella quale due anni fa si erano trasferiti salvo poi restarci solo una manciata di mesi. Denaro pubblico che adesso che, sono volati negli Stati Uniti, i due dovrebbero restituire. Harry e Meghan si erano trasferiti nella tenuta immersa nella campagna inglese dopo avere lasciato Kensington Palace, residenza che condividevano con William e Kate.

La clausola per la restituzione

Secondo la stampa inglese, che con Harry e Meghan ha avuto qualche difficoltà di natura legale, sarebbe stato approntato per i duchi di Sussex un “comodo” piano di rientro. Il Daily Mail scrive che i 2,4 milioni di sterline dovranno essere rimborsati dalla coppia in rate da 18mila sterline al mese per i prossimi 11 anni.

Il trasferimento in Canada, poi negli Stati Uniti

Dopo l’annuncio dato dai due per ufficializzare il distacco dalla famiglia reale britannica – cuore della Megxit – Harry e Meghan sono volati in Canada per poi trasferirsi negli Stati Uniti insieme al piccolo Archie. Al momento occuperebbero una magione del valore di 15 milioni di sterline procurata dall’amica Oprah Winfrey a Los Angeles, ma si starebbero guardando intorno al fine di acquistare una casa tutta loro in cui crescere il figlio nato dal loro legame. In America al momento, un rientro in Europa non è previsto.

La pace con William e Kate

Ma Harry si starebbe gradatamente riavvicinando alla sua famiglia d’origine. Da qualche tempo, complice la comune preoccupazione per il padre Carlo, risultato positivo al coronavirus e poi guarito da Covid-19, il secondogenito di Lady Diana avrebbe ripreso a parlare con il fratello William. I due avrebbero avuto modo di chiarire le rispettive posizioni e sarebbero riusciti a trovare una strada per tornare a far funzionare il loro rapporto.