Hayley Hasselhoff, figlia di David Hasselhoff, la star di "Baywatch" e "Supercar", negli ultimi tempi è diventata portavoce di un nuovo movimento curvy che punta alle pari opportunità per le formose. Il movimento guidato dalla Hasselhoff prende il nome di Kick Starter e ha l'obiettivo di portare le modelle curvy alle sfilate di New York e Parigi ma anche la possibilità di farle posare per importanti brand della moda.

Per aumentare la visibilità a questa iniziativa, la 23enne Hayley Hasselhoff ha realizzato un documentario dal titolo "Straight/Curve", la cui uscita è prevista il prossimo anno e affronta temi legate al mondo della moda curvy, analizzando nel dettaglio lo spazio offerto dai marchi di moda alle modelle curvy nelle passerelle delle principali sfilate. Sono sempre di più, infatti, i brand che puntano sulle "plus size". Tra le grandi catene di abbigliamento troviamo ad esempio Mango e Motivi. Oltre a questo nuovo movimento curvy "Kick Starter", la figlia di David Hasselhoff continua la sua carriera con la taglia 48 ed è ora diventata una vera icona per tutte le donne curvy.

Hayley Hasselhoff, che ha ereditato il fascino e la consapevolezza di poter sfruttare il proprio corpo per diventare famosa, dal padre David Hasselhoff e dalla madre Pamela Bach, è diventata una modella a soli 14 anni, dopo anni difficili in cui ha dovuto affrontare anche il problema del bullismo. Da bambina Hayley ha anche partecipato ad alcune puntate di "Baywatch". Come dichiarato qualche mese fa ai microfoni della rivista "Life&Style", sono stati gli amici e la famiglia ad aiutarla a capire che doveva tirare fuori il meglio di sé nonostante le difficoltà, oggi la Hasselhoff è cresciuta ed ha deciso di diventare portavoce di tutte le modelle curvy.