7 Maggio 2017
23:58

Il divo del porno James Deen: “Un bambino ha accesso libero all’hard, non sa elaborarlo”

Il pornodivo ha rilasciato un’intervista pubblica nell’ambito della quale ha espresso le sue preoccupazioni sulla possibilità di libero accesso a contenuti pornografici sul web, soprattutto per i minori: “Non credo siano in grado di elaborarli nel modo giusto”.
A cura di Andrea Parrella

Se a parlare contro la deriva del porno contemporaneo non è un benpensante, ma quello che si può definire il redel porno maschile, allora una riflessione andrebbe fatta. Si tratta del re del porno James Deen, al secolo Bryan Matthew Sevilla, che in un’ intervista pubblicata su The Atlantic ha dichiarato:

Oggi, un bambino di dieci anni può accedere liberamente ad una miriade di contenuti porno sul web, e non credo sia in grado di elaborarli correttamente

Si tratta di un tema piuttosto dibattuto recentemente e se l'affermazione proviene da uno dei più illustri esponenti del settore merita, effettivamente, qualche attenzione in più. Quello della pornografia e del libero accesso ad una miriade di contenuti non solo per adulti, ma anche per un minore, è un punto a sfavore della "liberalizzazione" del settore che certamente può portare a diverse problematiche. Una di queste è la dipendenza dal porno e il recente reportage di Fanpage.it può in qualche modo indurre a delle riflessioni.

Le accuse di stupro a James Deen

Il successo professionale di James Deen negli ultimi anni è stato in qualche modo danneggiato da una vicenda che lo ha riguardato, ovvero le accuse di stupro da parte della sua ex compagna, la quale aveva scritto sui social, in riferimento a Deen e all'idolatria nei suoi confronti: "Questa storia che ti fermi su internet per un secondo e vedi gente che idolatra l'uomo che ti ha stuprata, fa schifo. James Deen mi ha tenuto ferma e scopato nonostante gli avessi detto no e fermato, usando la mia "safeword". I fatti risalgono al 2015 e, in quell'occasione la reazione di James Deen era arrivata soltanto su instagram, senza però riuscire ad evitare commenti provenienti da personaggi del settore, tra cui l'italiana Valentina Nappi:

James è uno stronzo manco troppo dotato, ma non è uno stupratore. Le ragazze durante la scena di sesso fanno di tutto. Poi, incassato l'assegno e a eccitazione passata, gridano allo stupro. Anche con me James è stato violento, gli ho dato due schiaffi e ha smesso.

La vita figa dell'ex presidente Barack Obama
La vita figa dell'ex presidente Barack Obama
Tori Spelling nei guai, il marito sotto assedio della ex moglie: "Non paga gli studi di mio figlio"
Tori Spelling nei guai, il marito sotto assedio della ex moglie: "Non paga gli studi di mio figlio"
Orlando Bloom e Katy Perry si lasciano dopo un anno: "Finisce l'amore, non l'amicizia"
Orlando Bloom e Katy Perry si lasciano dopo un anno: "Finisce l'amore, non l'amicizia"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni