Non bastassero le spese per il divorzio da Amber Heard e i conseguenti alimenti da versare alla ex moglie, Johnny Depp sarebbe sull'orlo del lastrico a causa di una lunga serie di spese pazze. La clamorosa rivelazione arriva da People, il sito americano che racconta di tutto e di più sulle star di Hollywood. Il tutto è partito dalla causa fatta da Depp a TMG, la società che per anni ha amministrato le sue finanze, nella quale lui sostiene di aver perso diversi milioni di dollari per una presunta cattiva gestione. In tutta risposta, TMG ha replicato a sua volta con una querela, nella quale sostiene come i problemi finanziari dell'attore sarebbero da imputare a uno "stile di vita ultra-stravagante e al di sopra delle sue possibilità, che spesso lo ha portato consapevolmente a spendere oltre 2 milioni di dollari al mese".

Le folli spese di Johnny Depp

L'elenco delle spese fornito da People è completo e particolareggiato, e comprende voci quanto mai bizzarre, come il numero infinito di case e collezioni possedute o il costo per lo spargimento delle ceneri dell'amico Hunter S. Thompson (autore dei romanzi da cui sono stati tratti i film "Paura e delirio a Las Vegas" e "The Rum Diary", in cui il divo ha recitato). A tutto ciò, ricordiamo ancora, vanno aggiunti i 7 milioni di dollari che Depp dovrà versare ad Amber Heard, dopo il turbolento divorzio.

  • Oltre 75 milioni di dollari per le 14 residenze, tra cui un castello nel sud della Francia, una catena di isole delle Bahamas, diverse case a Hollywood, alcuni loft nel centro di Los Angeles e un allevamento di cavalli nel Kentucky
  • 18 milioni di dollari per "acquisire e ristrutturare uno yacht di lusso", oltre ad altri milioni per acquistare e mantenere 45 auto di lusso
  • 30.000 dollari al mese in vini costosi fatti arrivare in aereo da tutto il mondo
  • 3 milioni di dollari per spargere le ceneri dello scrittore Hunter S. Thompson da un cannone fabbricato su misura
  • Decine di milioni per "una collezione d'arte ampia ed estremamente costosa", che comprende gioielli, circa 70 chitarre da collezione e oltre 200 opere di artisti come Warhol, Klimt, Basquiat e Modigliani
  • Milioni in oggetti da collezione e memorabilia su icone come Marilyn Monroe, John Dillinger e Marlon Brando. La collezione è così vasta che riempie "12 depositi di stoccaggio" e costa oltre un milione ad archivio
  • 300 mila dollari al mese per 40 dipendenti che lavorano a tempo pieno
  • 150 mila dollari al mese in guardie di sicurezza per lui e la sua famiglia, che lavorano "24 ore al giorno, 365 giorni all'anno"
  • 200 mila dollari al mese in aerei privati
  • 10 milioni spesi nell'arco degli anni per aiutare vari amici e la famiglia, tra cui 4 milioni investiti in un'etichetta musicale gestita da un amico, poi fallita

Se le accuse sono vere, sarà il caso che Johnny inizi a stringere un po' la cinghia.