Kabir Bedi, il Sandokan dello sceneggiato di Rai1, si è confessato a "Il Giornale" parlando del suo bilancio di attore e della sua ultima parte di carriera. Su di lui tante voci, tra queste anche quella di una possibile partecipazione a "L'Isola dei Famosi", una partecipazione che lui non ha ancora smentito, né confermato.

Le parole di Kabir Bedi

Kabir Bedi è considerato il Sandokan per eccellenza. Contrariamente a molti artisti che non amano restare con l'etichetta appiccicata di un singolo personaggio addosso, Kabir Bedi è felice di essere ricordato principalmente per Sandokan.

Sono grato all'universo per aver ricevuto in dono questo ruolo. Mi hanno reclutato a Bollywood. Da ragazzo ho fatto teatro. Era un hobby. E ho continuato per passione quando ho cominciato a lavorare, facevo il pubblicitario. Ho girato vari film. Uno di questi è diventato talmente popolare che un giorno a Bombay si presentarono il regista Sergio Sollima, il produttore Elio Scardamaglia e lo scenografo Nino Novarese. Cercavano Sandokan.

I tre matrimoni di Kabir Bedi

Kabir Bedi si è sposato per tre volte, l'ultima con Parveen Dusanj, sposata dopo una relazione di dieci anni: "Siamo nati nella stessa regione, il Punjab, ma lei è cresciuta in Inghilterra e lì vorrebbe restare". 

Io e Parveen siamo insieme da dieci anni, quindi eravamo già sposati nello spirito. L’ho conosciuta nel 2006 quando stavo recitando in The Far Pavilions, a Londra. Nel 2007, quando ero in Italia a girare Un medico in famiglia, mi mancava e le ho chiesto di raggiungermi a Roma. Siamo rimasti insieme anche quando sono tornato in India per fare film di Bollywood.

I matrimoni precedenti, due, sono stati con Protima Bedi, dal 1969 al 1974, e Nikki Bedi, dal 1992 al 2005. I figli: Pooja, Adamh e Siddarth Bedi. Presto Kabir Bedi tornerà in Italia per girare un film: magari sull'onda del possibile approdo all'Isola dei Famosi?