In Polonia proseguono le proteste in difesa del diritto all'aborto. Da giorni, in diverse zone del paese, le contestazioni mettono in subbuglio le città, contro la sentenza della Corte Costituzionale polacca, che ha definito illegale l'interruzione della gravidanza, anche in caso di malformazione del feto. Una tematica che sta particolarmente a cuore alle donne, che rivendicano i loro diritti. Fra queste c'è anche Kasia Smutniak, attrice di origine polacca che conserva un legame molto forte con il suo paese. Quel paese che ricorda nelle immagini della sua infanzia, ma che oggi non riconosce più perché sta facendo "giganteschi passi indietro". L'attrice di "Perfetti sconosciuti" si sfoga su Instagram e condivide gli scatti della sua personale protesta, con un messaggio diretto all'ex primo ministro polacco e al suo governo:

Sig. Jarosławie Kaczyński, Lei ha attraversato molte volte i confini negli ultimi anni. Come donna polacca che ha trascorso la maggior parte della sua vita all'estero, l'ho guardata da lontano. Con tristezza e orrore, ho visto come le decisioni del suo governo hanno lentamente cambiato la mia immagine della Polonia. Ciò per cui i miei genitori hanno combattuto è stato spogliato e calpestato oggi. I miei figli saranno responsabili di questi giganteschi passi indietro. Come madre, donna e cittadina di questo paese, dico BASTA!

Panie Jarosławie Kaczyński, Przekroczył Pan granice wiele razy podczas ostatnich lat. Jako polka, która większość życia spędziła poza krajem, przyglądałam się temu z daleka. Ze smutkiem i przerażeniem widziałam jak decyzje Pana rządu zmieniają powoli moje wyobrażenie o Polsce. Jak plazmują społeczeństwo. To, o co walczyli moi rodzice, dziś zostało zgwałcone i podeptane. Za te gigantyczne kroki do tyłu będą odpowiadać moje dzieci. Jako matka, kobieta i obywatelka tego kraju , mówię DOŚĆ! * Mr. Jarosławie Kaczyński, You have crossed borders many times in recent years. As a Polish woman who spent most of her life abroad, I watched it from a distance. With sadness and horror, I saw how the decisions of your government slowly changed my image of Poland. What my parents fought for has been stripped and trampled today. My children will be responsible for these gigantic steps backwards. As a mother, woman and citizen of this country, I say ENOUGH! #JarosławKaczyński @strajk_kobiet #prawodoabrcji #prawoczlowieka #HumanRights #abortionrights #ToJestWojna #wypierdalać

A post shared by Kasia Smutniak (@lasmutniak) on

Cosa sta succedendo in Polonia

A Varsavia è in corso lo sciopero delle donne in massa: cortei di migliaia di persone si sono unite per l'astensione generale dal lavoro della popolazione femminile. In ballo c'è la difesa del diritto all'aborto, che dal 22 ottobre vacilla a causa di una sentenza della Corte Costituzionale che ha reso ancora più restrittiva una delle leggi più rigide d'Europa. Le donne sono scese in strada a Cracovia, Breslavia e diverse altre città, per manifestare contro la Chiesa cattolica e contro Jaroslaw Kaczynski, leader del partito Diritto e Giustizia al potere e politico più potente del Paese. In loro difesa si è schierata anche la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha dichiarato: "Nella Ue sui diritti delle donne non si arretra".

Kasia Smutniak è stata la compagna di Pietro Taricone

La modella e attrice polacca, Kasia Smutniak ha alle spalle una carriera di successo nel cinema. Ma è agli anni dei suoi primi passi verso il grande schermo che risale la sua relazione con Pietro Taricone, concorrente del primo storico Grande Fratello. L'attrice si legò a lui dopo averlo conosciuto sul set del film ‘Radio West', uscito nel 2003. Appena un anno dopo la coppia ha avuto la figlia Sophie. A dieci anni dal tragico incidente in cui Taricone perse la vita, Kasia Smutniak lo ha ricordato condividendo su Instagram le foto del loro viaggio in Nepal. Un viaggio che li ha segnati a tal punto, da spingere l'attrice ad aprire lì una scuola in onore, poco dopo la sua morte. Oggi l'attrice è felice al fianco del marito e produttore Domenico Procacci, dal quale ha avuto un altro figlio, Leone, nato nel 2014.