E' nato il Royal Baby, l'atteso figlio di William e Kate, erede della casata reale inglese. I genitori non hanno voluto conoscere sino al momento della nascita il sesso del neonato: il mondo lo saprà solo in base al colore del fiocco (ovvero, ufficialmente, la comunicazione dal cortile di Buckingam Palace). Eppure, dopo diverse ore di travaglio il bambino è nato e sì, si tratta di un maschio, del quale attendiamo solo di conoscere il nome. Grosse misure erano state disposte affinché Kate potesse raggiungere l'ospedale nella maniera più repentina possibile e la stessa cosa valeva per William, con un elicottero pronto a trasportarlo d'urgenza all'ospedale dove sua madre partorì. I media avevano cominciato a pronosticare il parto già per il 13 luglio e, proprio in virtù di questo vaticino infausto, la stampa di tutto il mondo si è esibita in una maratona andata avanti per giorni davanti all'ala Lindo del St Mary's Hospital. Solo questa mattina è giunta, proprio dalla casa reale, la notizia ufficiale del trasferimento di Kate in ospedale.

L'attesa di tutta l'Inghilterra – L'impressione è che questa nascita possa riconciliare definitivamente il popolo inglese con la casata reale, un percorso che Kate e William avevano già iniziato a battere con il matrimonio in pompa magna di due anni fa. E' poco ma sicuro che entrambi siano dotati della capacità di comprendere come assolvere al loro ruolo, riuscendo contemporaneamente ad essere convenzionali, ma fuori dagli schemi. Da settimane William aveva annunciato di essere pronto, ma contemporaneamente terrorizzato all'idea di assolvere a tutti i doveri di un padre, compreso quello delle nottate per assistere al neonato.