Arrivano nuovo notizie confortanti sulle condizioni di salute di Kevin Hart, l'attore e comico statunitense vittima di un incidente stradale che lo ha visto scontrarsi contro il guard rail della Mulholland Highway, a Los Angeles. La news allarmante di una paralisi permanente si era diffusa nel corso della giornata del 2 settembre, ma è stata bollata come una bufala, dopo che l'autorevole sito Tmz ha smentito tutto. Ora, è sempre il portale americano a riportare le prime dichiarazioni della moglie di Hart, Eniko Parrish. La donna ha parlato di miglioramento.

Le parole di Eniko Parrish

Tmz ha pubblicato un video che mostra la Parrish mentre si stava recando in ospedale. Stringate ma chiare le dichiarazioni ai reporter del sito: "Sta bene, tutti stanno bene. Grazie a Dio. Sta bene, è sveglio. Sta migliorando". Hart viaggiava a bordo dell'auto insieme ad altre due persone, Jared Black (che era alla guida) e la fidanzata di quest'ultimo Rebecca Broxterman. Black è rimasto ferito in modo serio ma sarebbe anche lui in ripresa, mentre la donna non ha riportato gravi ferite. Tmz ha inoltre fatto sapere che Hart ha ricevuto in ospedale la visita di Chris Paul, star dell'Nba.

La bufala sulla paralisi e l'intervento

Kevin Hart è stato sottoposto a un'operazione dopo l'incidente, che sarebbe perfettamente riuscita. Le affermazioni della moglie tolgono ogni dubbio: la notizia che voleva l'attore reso tetraplegico dallo scontro e paralizzato anche alla corde vocali si è rivelata del tutto falsa.

Chi sono Kevin Hart e Eniko Parrish

Kevin Hart ha sposato Eniko Parrish, modella, nel 2016 e la coppia ha avuto un figlio, Kenzo Kash, nel 2017. L'attore è anche padre di  Heaven Lee (nata nel 2005) e Hendrix (nato nel 2007), avuti dalla prima moglie Torrei Hart. Kevin Hart è noto per i film  Paper Soldiers, Scary Movie 3 – Una risata vi seppellirà, …e alla fine arriva Polly e Scary Movie 4. Nel 2019 avrebbe dovuto condurre gli Oscar, ma alcune dichiarazioni omofobe datate tra il 2009 e il 2011 hanno scatenato diverse polemiche, tanto che ha deciso di rinunciare al ruolo nell'evento, che per la prima volta non ha avuto un presentatore principale.