In seguito alla rapina a Parigi di cui è stata vittima, Kim Kardashian si è allontanata dai social network. Lo ha fatto dopo che fu proprio la polizia a consigliarle di non condividere sui social la sua vita privata, al fine di rendere difficile identificare i suoi spostamenti. Da quel momento, Kim, che di selfie si cibava, ha smesso di aggiornare la sua pagina Instagram. A nulla sono valse le domande dei milioni di fan della starlette, che le chiedevano il motivo di questo silenzio: la Kardashian si è concessa un periodo di assoluta intimità, utile a permetterle di schiarirsi le idee.

Poche ore fa, però, questo silenzio è stato finalmente interrotto. La Kardashian è tornata a utilizzare il suo profilo, e lo ha fatto condividendo uno scatto di famiglia. Nella foto pubblicata sui social compare insieme ai figli North e Saint, e al marito Kanye West. “Family” recita la didascalia che accompagna la foto, e che serve a Kim a scacciare le voci secondo le quali sarebbe in crisi con il marito.

family

A post shared by Kim Kardashian West (@kimkardashian) on

Il divorzio tra Kim Kardashian e Kanye West

Nelle ultime settimane se ne è parlato sempre più spesso. “Kim Kardashian e Kanye West divorziano” ha titolato la stampa americana, che ha dato per certa la separazione in corso in più di un’occasione. I coniugi West avevano già smentito la notizia ma, di fronte ai pettegolezzi impazziti, l’unica strada percorribile consisteva nel metterci la faccia. Lo hanno fatto entrambi, e lo scatto è bastato da solo a sedare le voci sul conto del loro divorzio. La curiosità dei followers, però, è ormai diventata incontenibile. Tantissimi sono quelli che sul profilo di Kim continuano a chiederle il motivo di una tale, lunghissima assenza, la prima da che il pubblico abbia memoria.

La diretta interessata non risponde, tenendo tutti sul filo del rasoio. Non c’è dubbio che aver portato la curiosità di quanti la sostengono all’estremo, faccia parte – anche – di una sapiente strategia di marketing: da adesso in poi si farà a gara per aggiudicarsi la sua prima intervista dopo “il buio mediatico”.