Kim Rossi Stuart e Ilaria Spada si sono sposati. I due attori sono diventati marito e moglie con una cerimonia intima e lontana dalle luci dei riflettori. Il matrimonio si è tenuto a Rieti, precisamente nella chiesa del santuario di Fonte Colombo. La location scelta per il ricevimento, invece, è l’Abbazia di San Pastore a Contigliano. Oltre ad amici e familiari, era presente il frutto del loro amore: il piccolo Ettore che ha 7 anni.

Si sono conosciuti nello sgabuzzino di Caterina Balivo

In un'intervista rilasciata nei giorni scorsi al settimanale ‘F', Ilaria Spada ha raccontato un divertente aneddoto sul primo incontro con Kim Rossi Stuart. A fare da cupido tra loro sarebbe stata Caterina Balivo. I due, infatti, si sono incontrati a casa della conduttrice di ‘Detto fatto'. Più precisamente nello sgabuzzino: "Ci siamo incontrati nello sgabuzzino di casa Balivo. Mi viene da ridere perché Caterina si arrabbia molto quando lo chiamo così. In realtà era una stanza dove si lasciavano i cappotti. Sono entrata a lasciare il mio e c’era lui con il marito di Caterina a chiacchierare e a bere vino. L’ho guardato e ho detto ‘Ah! Mi unisco'. Non ci siamo più alzati".

8 anni di convivenza poi il fatidico sì

Ilaria Spada ha ammesso che non le dispiacerebbe avere un altro figlio. Ha chiarito anche di non appartenere alla categoria delle donne che sognano il matrimonio sin dalla tenera età. Al contrario, ha preferito aspettare il momento giusto per compiere questo passo con consapevolezza e serietà. Dopo 8 anni di convivenza, quel momento è arrivato:

"Volevo un matrimonio cristiano, serio, importante. Ho voluto sposarmi con consapevolezza, perché molti matrimoni finiscono perché c’è l’idea che sarà perfetto per sempre come durante l’innamoramento, una fase totalizzante che non è però la vita reale. Non so gli altri, per noi è stato come essere sopra il mondo, per cui era impossibile gestire anche priorità di cibo e sonno".